username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Chimere

Ritrovar vorrei l'impronte dei passi miei
per riveder l'anni ormai passati.
Tornar vorrei in gioventù
per rivedere e non rifare d'errori raccolta.
Ma ahimè non si può rimestare il passato,
restar coi piedi ben saldi,
senza volar troppo in alto.
Dei sogni il ver poco resta,
prender per mano sta vita lesta,
dai! non t'aspetta, corre verso mete lontane,
non ti fermare ma sorridi e passa,
chi ti saluta, un dì sa che tornerai e lì t'attenderà.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/08/2013 16:27
    molto piaciuta... complimenti

2 commenti:

  • Anonimo il 23/12/2009 21:32
    se potessimo dal via ripartire forse non riusciremmo a cogliere della vita la vera essenza... già ci riusciamo comunque poco... la ruga che compare racchiude tante emozioni... un saluto che non potrà ripetersi... il ricordo di trecce e pantaloni corti... rimangono dentro, le conserviamo contro lo scorrere del tempo forse proprio perché sappiamo che abbiamo una scadenza, anche se non ci è dato di sapere quando... ed è per questa certezza, forse l'unica che abbiamo che dovremmo cercare di darci e vivere sempre al meglio...
    molto bella, fa riflettere tanto.
  • karen tognini il 23/12/2009 10:00
    bella... mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0