username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Voltarsi e non trovare nessuno

Voltarsi e non trovare nessuno,
quasi come chi dice di volerti bene stia giocando a nascondino,
e tu di cercar ormai ti sei stancato,
e guardi avanti con gli occhi bagnati delle lacrime di chi con questo mondo ha litigato,
come se ogni reato commesso,
andasse pagato proprio adesso,
e l'indulto lo cerchi nell'arte della scrittura,
in quei due minuti e mezzo d'ispirazione che cancellano la paura,
e che in attimi, subito dopo lontani, di folle speranza,
ti lasciano in balia di ciò che suona e non vuole musica, di questa malinconica danza,
che trova il nome di poesia solo negli occhi di chi legge e può capire,
e non in quelli tristi di colui che scrive e forse vuol addirittura morire,
ma alla fine cade nella tentazione di lottare,
lottare per un illusione, con la sola forza di sperare,
e credere solo nella magia,
dando alla felicità il nome di Utopia,
e se utopistico è essere felici, allora è utopistico anche vivere,
tra mille sensazioni e cento colori,
in un miscuglio di emozioni e pensieri sognatori,
vi lascio per un istante, andando in paradiso, attraversando l'arcobaleno creato dal magico scrivere.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/02/2014 05:02
    apprezzata.. complimenti.

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 09/12/2011 15:12
    Inizio formidabile.. Belle rime^^ E soprattutto stupendo il secondo rigo, dannatamente vero. Complimenti!
  • Francesco Garofalo il 03/11/2011 15:05
    wow, non esistono parole o commenti che possano descrivere la tua opera..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0