accedi   |   crea nuovo account

Io sospeso... senza te!

Io sono qui
sospeso,
dove il tempo non ha domani,
in metamorfosi di dolore
che annullano il mio divenire.
Sospeso senza di te!
In un sangue che non scorre,
in una radice d'amore estirpata,
nel veleno bevuto,
per non farti soffrire.
Ragnatele amorfe
sento scorrere nell'anima,
di trappole senza significato
e di amore senza fine.
Sospeso rimango!
Dove muore il tuo rimpianto
e rinasce il mio,
in piccole metastasi di rabbia
che devasta e sconvolge.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/10/2012 16:33
    secondo me c'è un eccesso di metafore che rischia di appesantire, per il resto e forse proprio per questo ben comunica la rabbia e la confusione dell'amante che ha dovuto farsi da parte.

12 commenti:

  • Ruben Reversi il 24/12/2009 20:42
    grazie ti bacio Ruben
  • Anonimo il 24/12/2009 19:58
    ci si sente sospesi... quando l'amore si fa assente... si diventa un po' angeli... si attraversano strati di dolore... alla ricerca di quella luce che ci fa nascere di nuovo, tornare bambini e poi una volta adulti rischiare di dimenticarsene...
    Bella Ruben!
  • Ruben Reversi il 24/12/2009 18:26
    grazie dolce antonietta, grazie vincenzo...
    auguri. Ruben
  • Vincenzo Capitanucci il 24/12/2009 17:44
    Io senza.. Te... sono sospeso nel nulla...

    Molto bella Ruben...
  • Antonietta Mennitti il 24/12/2009 17:20
    Triste... ma vera!
  • Ruben Reversi il 24/12/2009 17:19
    grazie dolcissima! Ruben
  • Kartika Blue il 24/12/2009 17:11
    splendida!!
  • Ruben Reversi il 24/12/2009 15:41
    un grazie sentito con gli occhi e il cuore dolcissima barbara e loretta. bacio ruben
  • loretta margherita citarei il 24/12/2009 15:02
    arriverà un 'altra primavera
  • Anonimo il 24/12/2009 14:59
    mentre ti immagino... sospeso dentro una sfera di cristallo che riflette tutto... la dolcezza ed il dolore... mi chiedo, potrà mai un angelo... quello che porta alla luna i sogni dei bambini... passandoti vicino caricarsi sulle ali un poco del tuo tormento... io me lo chiedo e lo spero, dal profondo del cuore lo spero davvero.
    molto bella, un sorriso.
  • Ruben Reversi il 24/12/2009 14:42
    hai ragione Giacomo! un abbraccio Ruben.
    Buon Natale!
  • Anonimo il 24/12/2009 14:40
    Caro Ruben... sei sulla strada, come tanti altri poeti, di scrivere cento sonetti d'amore. Ecco quello che ci guadagni da questa situazione, ben poca cosa... ma un giorno, forse, rimpiangerai la vena poetica che questa storia ti sta regalando.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0