PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Occhi puri in A E

La luce del Natale
splende
nella purezza
di occhi
rinati
nell'essere

con uno sguardo
avvolgente
scorrono insieme
ai Tuoi

accarezzandoti
nella gioia del Sole

sono caldi raggi di mani cristalline
volanti radiose dappertutto

sfamano
il corpo del tuo Cuore
dandogli

dolcezza

tepore

tempo
di
cibo in Amore Eterno
nato
da fluide sorgenti sgorganti da splendide fontane nella libertà

di magiche lanterne

all'anima
infinita
presenza

acqua
di Cieli piovuti da regni di Pace

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Nicola Saracino il 02/01/2010 21:14
    Per me è una mano amorevole sulla ferita aperta del distacco. Amo molto questa poesia, Vincenzo. Nicola
  • Nicola Saracino il 25/12/2009 17:44
    !!! Nicola
  • Antonietta Mennitti il 25/12/2009 17:12
    Dolcissima... come la tua anima!
  • giusi boccuni il 25/12/2009 12:35
    bellissima, sembra una preghiera, acqua lucente che scorra da regni di pace, auguri amico mio
  • Anonimo il 25/12/2009 12:10
    al di là del momento... della festività... o della ricorrenza, sono gli occhi l'unico specchio dell'anima... le parole spesso un mezzo per creare confusione, i silenzi per i fraintendimenti... servono però anche le parole... per arrivare al cuore... servono i silenzi per cogliere quella luce... per non lasciarla svanire... svanire nella confusione delle emozioni... continui cambiamenti...
    Bellissima, di una dolcezza indicibile. Una serena giornata.
  • Anonimo il 25/12/2009 11:56
    La luce del Natale splende nella purezza degli occhi... gli occhi che sono lo specchio dell'anima... mi piace molto questa tua opera.
    Un abbraccio.
  • Anonimo il 25/12/2009 10:02
    Giacomo mi ha preceduta, ma sono qui anch'io a scriverti che la coperta d'acqua pura, caduta ininterrottamente per tutta la notte qui in Carsilandia, ha fatto scoperchiare i tombini celesti, dando libero sfogo al fluide delle sorgenti d'acqua che scorre attraverso tutti i "regni di Pace".
    Ora le splendide fontane della liberà si fanno ammirare nella luce del Natale, in Amore Eterno della Nascita divina...
    BUON NATALE!!!

    Un abbraccio, caro Cap, e due bacianni.
    Nelida
  • Anonimo il 25/12/2009 08:37
    Occhi puri in amore eterno... sei un gran realista sognatore, gran capitano.! Bellissima poesia... buon natale davvero.. che i tuyoi occhi splendano di amore di vino. Ciao da Porto Azzurro.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0