PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il viaggio verso l'isola di Citera

Basta il tuo sorriso a riempire ogni silenzio: Il tenero e furtivo ammiccare delle tue labbra sublima l'incantesimo... bisogna saper ascoltare. Lo sguardo leggero, come la brezza mattutina, accarezza l'anima delicata, raggiungendo direttamente il cuore, per donargli sensazioni nuove, sublimi, indescrivibili. I tuoi occhi, profondi e rari come gemme preziose, luminosi come i cieli primaverili, mi guidano verso orizzonti infiniti e sereni su cui aleggia il profumo dei tuoi capelli elastici e fragranti. Le chiome virtuose e delicate, ingentilite da piccole ciocche ribelli, animate dallo zinnìo del vento, mi paiono onde ritmiche e musicali... Le vorrei attraversare, per riposare un poco i miei pensieri e saziarmi delle loro emozioni; inebrianti come le droghe d'oriente, avvolgenti come i caldi venti africani, assolute come la tua bellezza. Conducimi verso lidi sconosciuti, sarò il tuo fedele nocchiere... vorrei respirare ogni tuo anelito a lungo... a lungo... per sempre, eppure già temo che potrei non ritrovarti.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • sara rota il 19/09/2007 08:36
    Il fatto di averla scritta così... righe di seguito alle altre ne ha tolto l'armoniosotà... l'ha resa più un elenco che poesia... comunque le parole che hai usato sono piene d'amore... non c'è dubbio.
  • miryam maniero il 05/12/2006 15:09
    colori e profumi d'amore e di terra dove varrebbe la pena perdersi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0