username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una male dizione congelata nella credenza

Una maledizione non può esistere per sempre
col tempo inizi a saper leggere e scrivere
di te stesso

quando conosci la Parola
a parlare

anche nelle condanne all'ergastolo c'è qualche volta la remissione di pena

ma qui
non c'è più vera vita

vige costantemente la pena di morte

la votiamo ogni giorno comunicandocela in una celata nefasta credenza di terrore

Quale errore

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anna G. Mormina il 29/12/2009 19:04
    ... non dovremmo giudicare, mai!... incosciamente però, lo facciamo...
    ... bellissima!!!!
  • giusi boccuni il 28/12/2009 12:50
    quale errore, questa tensione necrofila... brindiamo di più alla vita, la morte è un limite, una porta di passaggio per la trasformazione... ma l'uomo dà la morte e si dà la morte solo per bramosia di dominio, quale orrore...
  • cesare righi il 28/12/2009 10:44
    bellissima poesia, quando conosci la Parola... quanti muti al mondo che parlano...
    5st
  • Anonimo il 28/12/2009 10:38
    Vero tante cose sono cambiate e noi immobili non sappiamo piu modificarle, tornare indietro? Non si può !

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0