accedi   |   crea nuovo account

La caduta alchemica del Sole

L'Aurora
non più sostenuta
dalle vere forze dell'Amore
si rifiutò
di essere un anomalo tiepido giorno

precipitò
con tutto il suo corpo
di piombo fuso
nel ventre della notte

illuminando
tutte le scale
dell'essere

si sciolse
in un nuova melodia

La fa sol
si
Re mi do

il mondo
stupefatto

ritornò in una Era dalle divine mani trasmutanti il nero ed il bianco in oro

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anna G. Mormina il 29/12/2009 18:57
    ... il mondo deve stupirsi per convincersi a cambiare?... si, penso come te!!!
    ... bravissimo!!!!
  • Luigia R. T. il 28/12/2009 14:49
    Se il progredire della storia del mondo è, in realtà, un falso progresso... un retrocedere verso la barbarie del cuore... bello sarebbe se i i giorni si riavvolgessero... a ritroso fino all'"età dell'oro"...
    Vana speranza... illusoria inclinazione del cuore verso un'età esistita solo nelle fantasticherie dei poeti!
    Ed allora non rimane che turbinare nel presente e trovare, all'anima, refrigerio nel sogno... ed in questo ci è di aiuto la poesia, in cui TU sei maestro!
    Un saluto
    Luigia
  • giusi boccuni il 28/12/2009 12:32
    bellissima... e che la profezia si avveri!
  • Don Pompeo Mongiello il 28/12/2009 11:23
    Molto piaciuta
  • Anonimo il 28/12/2009 10:18
    .. e' splendida.. e fu proprio in seguito a quella caduta.. che muto' di colore e oggi abbaglia il mondo
    con le sue striature viola in oro.. sciogliendo quella macchia di pazzia nel ventre della notte...
    Grande..
  • karen tognini il 28/12/2009 09:55
    mi piace anche questa... splendida!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0