username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una lunga corsa

Di serio c'è questa vita
che ci scivola sopra maglioni stinti
senza intaccare le nostre credenze
le nostre speranze
attaccate con la lingua
su buste che non abbiamo mai spedito
di serio c'è questo giorno
che non è ancora tramonto
e questa spiaggia
da consumare correndo a spada tratta
senza rancore verso quel tormento
chiamato tempo
che c'insegue ululando
come un ossesso
ce l'ha con noi
da una vita ormai
è abitudine il suo urlo
contro le tempie

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Patty Portoghese il 30/12/2009 12:33
    STUPENDA!
  • Cinzia&Donato A4Mani il 30/12/2009 00:55

    Buone Feste e 2010
  • Viky D. il 29/12/2009 23:43
    "... quel tormento chiamato tempo che c'insegue ululando come un ossesso.." SPLENDIDA! complimenti
  • Anonimo il 29/12/2009 22:25
    è bellissima. mi piace lo stile. essenziale.
  • Maurizio Cortese il 29/12/2009 21:20
    Hai reso benissimo l'idea del tempo che ci insegue: per fortuna, noi siamo sempre un po' più in là.
  • Anonimo il 29/12/2009 20:07
    Il tempo amico nemico dei nostri due corpi, i tempo che scorre che cambia che muta, il tempo che il giovane in vecchio tramuta.
    Eppure è cosi fin dalle origini, immutabile realtà di chi la vita ha stabilito fosse così per noi.
    Molto belli i tuoi versi, Salvo sei bravo.
    Auguri.
  • Anonimo il 29/12/2009 17:57
    uno sbadiglio che si sofferma tra una ruga e l'altra... lo ritroviamo lì, assorto, senza essercene resi conti è passata una stagione e maturo la considerazione che la vita è come quello sbadiglio... senza che me ne accorga una ruga nuova in un lasso di tempo che sembra un sospiro ma dura ancora meno... la vita...
    Bellissima Salvatore, davvero bella.
  • Anonimo il 29/12/2009 17:23
    .. molto bravo Salvatore e' sempre un piacere leggerti.. pensavo a quando il tempo scriveva a rallentatore
    e si correva a perdifiato per vedere oltre.. ora mi piacerebbe fermarmi e fermarlo ma va cosi veloce che
    mi sfugge dalle mani..
    tanti auguri Salvatore
  • Anonimo il 29/12/2009 17:09
    Le tue poesie mi piacciono sempre più... ho come l'impressione che l'ultima sia sempre la migliore.
  • Vincenzo Capitanucci il 29/12/2009 16:27
    Molto bella... Salva... il tempo ci scivola adosso... limando le nostre credenze...è il suo lav-oro... fino a stupende pepite d'oro...
  • Anonimo il 29/12/2009 16:17
    La vita che ci rincorre... o noi che rincorriamo la vita? Pensa che basterebbe fermarsi, rilassati e la vita proseguirebbe imperterrita anche senza che noi facessimo... niente!!
  • karen tognini il 29/12/2009 16:15
    si potesse fermare, il tempo che passa, che tormento!!! bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0