accedi   |   crea nuovo account

Imprevedibile la mente

Sono tre giorni che provo ad aprire questa agenda,
ma riesco solo a mordere... la penna.

Ho uno sciame di pensieri che mi ronza nella testa,
ma che strano fino a ieri io vivevo e basta.

Non posso più fermarmi a ragionare sugli eventi,
sarebbe come perdere manciate di secondi.

Vite finiscono nel niente ed io sto male se non chiama lei,
com'è strana ed imprevedibile la mente,
si blocca non appena il cuore ama.

Ecco perchè fino a ieri per morire bastava un'istante,
non avevo più desideri ed amare lei era unico ed importante.

È uno sbaglio, questo orgoglio per i resti di una storia,
non sto meglio, ma do un taglio...
... e lascio tutto alla memoria.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • marilena rimpatriato il 22/03/2010 13:53
    Sapessi quante volte ho incontrato lo stato d'animo contrnuto nella tua poesia... nella vita vera! Con poche pennellate riesci a definire molto bene un sentimento umanissimo... l'ansia, l'attesa... un ampio ventaglio di emozioni!
  • giovanna raisso il 30/12/2009 11:42
    imprevedibile davvero.. anche il cuore
    bella
  • Anonimo il 30/12/2009 11:29
    Bella... ed originale. Noto un cambio di marcia tra la prima e la seconda parte... nella prima ti vedevo innamorato e confuso... nella seconda cinico e realista. Il mio non vuole essere un giudizio ma solo un'impressione. La poesia mi è piaciuta molto. Prova a considerare la posibilità di andare a capo, nell'ultima strofa, in questo modo:
    È uno sbaglio
    quest'orgoglio
    per i resti d'una storia
    non cambia niente ma il lettore respira. Ciao e Buon Anno

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0