PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Notturno in afonia

I sogni rapinano le stelle
astri spenti
e morti in differita.
Desideri cadenti
si infrangono
contro il marmo della vita.

Pulviscolo universo con cui assicuro
speranze e bisogni:
l'amore
una notte
sussurri in sincrono.
E qualcuno con cui condividerli

Mi piace saperti addormentato
sequestrato alla vita
dissonante al rumore dell'inutile.
Mi piace saperti
invincibile
il migliore
di fragilita' superiore,
incorruttibile.

Dormi.
Vegliero' tutto l'incanto
di un corpo
un respiro
una mente
e volutta' di mandorla
in riposo.

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 21/09/2013 17:56
    Veramente eccezionale questa tua!

5 commenti:

  • Elisabetta Benedetti il 23/04/2011 16:25
    "Mi piace saperti addormentato
    sequestrato alla vita
    dissonante al rumore dell'inutile"

    Splendida descrizione di un corpo amato e vegliato durante il suo sonno.
  • laura cuppone il 29/06/2010 13:00
    una voluttà davvero intrigante.
    bellissima poesia...
    la passionalità non sempre si ciba di pelle... anzi.
    Laura
  • Vincenzo Capitanucci il 10/01/2010 16:22
    Bellissima... Burning... una mandorla mistica...
  • Anonimo il 30/12/2009 21:02
    Che bella!
  • Anonimo il 30/12/2009 20:11
    Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0