accedi   |   crea nuovo account

Il mio Capodanno

Venezia muore
nella laguna,
in una atmosfera surreale
di dolore,
dove io mi perdo morendo con lei.
Solo con il ricordo e il rimpianto
di amori finiti, altri dimenticati,
con il segno della morte
che mi respira accanto
e non mi lascia vivere!
Dimenticavo lo champagne nel ghiaccio!
Solo senza nessuno con cui brindare
con il mio sangue lontano
dalla mia terra d'esilio.
Venezia muore in un cielo
plumbeo di ineluttabilità,
in un tempo che non concede ritorno.
Dimenticavo lo champagne nel ghiaccio!
Brinderò con il gattino
che scivola dalla grondaia,
con la donna morente senza speranza,
con la piccola luce lontana che arde!
Buon Anno!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Ruben Reversi il 08/01/2010 12:12
    Grazie... Donato!
  • Donato Delfin8 il 08/01/2010 12:07
    Piaciuta
    Auguroni
  • Ruben Reversi il 01/01/2010 18:26
    grazie amiche e amici... non so devo trovare una soluzione... vedremo... baci e buon anno a tutti. ruben
  • Antonietta Mennitti il 01/01/2010 17:18
    Ritorna dalla tua amata Sicilia Ruben... non so quale scelta abbia fatto... ma non scappare dalla dura realta'.
  • Jurjevic Marina il 01/01/2010 16:36
    Caro Ruben,
    parli della solitudine, ma sei a Venezia per scelta.. volendo potresti cambiare molte cose, secondo me. Non dico che sia falcile, ma non è nemmeno impossibile. Hai preso una strada che magari ti è sembrata giusta... ma adesso stai lottando con te stesso- non va bene. Prendi quella ca... o di gondola e torna a casa, dove ti aspettano!
    Scusa la mia sincerità...
    ti abbraccio e buon 2010.!
    P. S. Non sei mai solo, e lo sai
  • Anonimo il 31/12/2009 22:52
    Lasciarsi dondolare su di una gondola... sotto il ponte dei sospiri... passi lenti, passi pesanti in piazza San Marco, una giornata uggiosa... ancora l'alba è semi addormentata... sembra piovano sassi... anche l'anima è deserta... un nuovo giorno... un nuovo anno e noi dove siamo... io non mi ritrovo... sogno o son desto... in quale dimensione, forse in quella del dolore... brindo a ciò che è stato a quello che sarà... poi cosa... buio... nulla cambierà domani, solo una data... ma dentro al cuore, una sfumatura di malinconia in più...
    Le tue opere sono sempre splendide, sempre meravigliose, dolce Ruben, un sorriso e una carezza di madre per te.
  • Anonimo il 31/12/2009 17:27
    Adoro Venezia e brindo con te. Lascia la solitudine all'anno che muore. Auguri
  • giovanna raisso il 31/12/2009 16:24
    brindo io con te.. auguri di cuore ruben... lo champagneeee!!!!!
  • Kartika Blue il 31/12/2009 15:55
    Spero che il nuovo anno possa estirpare un po' di questa profonda sofferenza dal tuo animo sensibile!!
  • Ruben Reversi il 31/12/2009 14:56
    un bacione a te e grazie dolce claudia. buon anno ruben
  • claudia checchi il 31/12/2009 14:31
    Buon Anno ruben... questa poesia è molto bella e triste... piena di dolcezza sentimenti... e solitudine.. Buon Anno che sia x te pieno di amore e di non sentire più nell'animo la solitudine...
    Un bacione
    Claudia...
  • Ruben Reversi il 31/12/2009 13:48
    GRAZIE DOLCE DANI, SARO' SEMPRE SOLO! CHI HA LA SOLITUDINE NELL'ANIMA È SEMPRE SOLO.
    TI BACIO RUBEN
  • Anonimo il 31/12/2009 13:37
    Ti auguro che prima di questa notte tu non sia solo!! Buon 2010... tanta dolcezza e gioie, te le meriti!!
    Un abbraccio Dani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0