accedi   |   crea nuovo account

L'arte comica al cabaret del Coniglio bianco

Spettacolo
aspetta qui cola lo spettro della disoccupazione

Sapete perché l'erba del vicino è sempre più verde
il mio vicino ha un conto in Svizzera

non è finita
purtroppo

sempre il mio vicino ha anche due figli lavoranti
guardie giurate in una piazza grande
ora sono morti
però sono in Paradiso
nella città dell'Amore è facile avere indulgenti raccomandazioni
essere ladroni per il cielo è più difficile
se non conosci qualche santo con chi ave in frate oro

far ridere non è facile

(più facile far piangere basta essere cattivo
o toccare delle corde molto molto sensibili non difficili da trovare al tempo d'oggi)

bisogna accendere la risata
spegnerla
riaccenderla
spegnerla di nuovo
e darle infine libero fuoco

a questo punto lo spettatore di solito si strozza e cade dalla sedia liberando la sala

ed avanti un altro gruppo
sotto a chi tocca

Certo non so perché sia venuto questo gruppo di ecclesiastici li ho riconosciuti subito
anche se erano vestiti da turisti in missione da valigia diplomatica
forse per vedere lo spettacolo evangelico della mia democratica moglie nel suo favoloso streap-tease integrale che da alcuni mesi infiamma con le sue tube altisonanti

l'anima sognante delle serate tiberine

con il suo Te vere verde

eravamo due semplici operai ma ci hanno messi in cassa rottamazione e dopo nove mesi di lacrime abbiamo partorito questa spettacolare idea

123

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 31/12/2009 22:34
    Vincenzo... terribilmente esilarante... drammaticamente reale...
    Sublime... grazie.
  • Anonimo il 31/12/2009 18:37
    .. geniale alla Capitanucci.. si questa devo conservarla..
  • giusi boccuni il 31/12/2009 16:23
    ah ah ah... mondiale... geniale... questa la devo conseLvaLe...!
  • Anna G. Mormina il 31/12/2009 15:55
    "Ni hao ma?"... non lo sapevo che voleva dire: Tu come stai?..., far ridere non è facile, ma tu ci riesci benissimo oggi!... SMAKKKKKKKKKKKKK!!!
  • Antonietta Mennitti il 31/12/2009 15:13
    ma questo è un poema a puntate Vincent! Però interessante...
  • Anonimo il 31/12/2009 13:36
    Uno spettacolo... mi hai fatto morire dal ridere! Non mi fermo più... rido in maniera direttamente proporzionale alla tua abilità di giocoliere della parola. Grande!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0