PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Weininger

Siamo noi ciò che appena viene sussurrato,
Il vuoto tra un respiro e l’altro.
Quell’ignoto che dilaga
Giorno per giorno
Quella pupilla fissa nell’orbita
Questa cecità che non ha più pudore né ricordo.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 27/11/2006 14:31
    Bella, quasi Ungarettiana! Mi piace. Ciao!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0