PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Oltre

Chi è nato per dare
necessariamente prende
chi è nato per prendere
necessariamente dona.
Viviamo in questo mondo
siamo tutti uomini o donne
come il sole nasciamo al mattino e moriamo alla sera.
Sempre in competizione
spesso egoisti
sempre pronti a lottare
per il nostro diritto di esseri.
Dominiamo qualcosa d'immenso
l'universo.
Siamo al momento
unici forse soli,
proprietari dell'universo.
Possiamo osare,
siamo ed abbiamo
tutto,
ma vogliamno qualcosa oltre
l'ignoto.
Il conosciuto non è abbastanza,
voliamo oltre,
inviamo astronavi,
cerchiamo qualcosa.
Il nostro senso
la vista è una realtà finita;
ma se fossimo nello spazio ed una lacrima cadesse
nel buio dell'infinito universo
non vedremo la fine
l'arrivo
vedremo
sempre e solo
il sospetto
di qualcosa
che è oltre.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 05/10/2010 22:11
    bella riflessione...
    bell'invito a riflettere...
  • Annamaria Ribuk il 19/02/2010 12:32
    Questo è l'Essere unamo... tutti uguali e pur tutti diversi... completi... a volte (spesso) inconsapevoli... credo, mai soli... oltre c'è qualcosa che non comprendiamo, che è invisibile, ma possiamo sentire in noi...!
    Ann
  • Anonimo il 04/01/2010 01:40
    percepisco un po' di tristezza quando delinei la caducibilità dell'uomo, un essere che nasce al mattino e muore alla sera e che spesso spreca il tempo a discutere e a lottare, e percepisco l'eterno desiderio dell'uomo di superare i suoi limiti per divenire eterno attraverso le sue gesta, le sue creazioni, un bisogno disperato e talvolta angosciante di non morire, di superarsi. complimenti
  • Anonimo il 03/01/2010 23:27
    Il nostro limite o il nostro pregio... siamo sempre proiettati oltre.. ma per una lacrima, bisognerebbe sempre
    avere il tempo di fermarsi a riflettere
  • loretta margherita citarei il 03/01/2010 13:59
    bei concetti
  • Anonimo il 03/01/2010 12:27
    Commento questi versi in questo modo:
    C'è un tempo per imparare.
    C'è un tempo per insegnare ad altri quello che si è imparato.
    C'è un tempo per rinchiudersi nel bosco e meditare sulla vita.
    C'è un tempo per domandare l'aiuto degli altri senza averne vergogna.
    Auguri Francesco.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0