PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fuori dall'ombra

Vieni tra le mie braccia…valorizzeremo la notte.
Ci avvinghieremo in un gelido abbraccio tra le pareti di roccia.
Il tuo bacio ha subito mutazione…è un morso di ferrea ingiustizia.
Vieni da questa parte, oltre la grotta…
Dove anche il buio soffre la solitudine…
E dove le aquile muoiono di fame.
Io sto piangendo…non c’è nessuno a consolarmi.
Devo ancora nascere.
Io sto piangendo…non sento le tue mani.
Addio utero materno.
Quando sarò fuori dall’ombra…farà freddo
Quando sarò fuori dall’ombra…sarai morta
Quando sarò fuori dall’ombra…tu, mia cara
…sarai cibo per i vermi!
Stendi il velo pietoso della vergogna
I tuoi anni sono passati come l’inverno.
È ora di destarsi…
L’ora del digiuno ha accalappiato gli animali affamati
Non c’è più tempo da perdere…
Corri tra le mie braccia…prima che escano dall’ombra…
Prima che io esca dall’ombra.
Sto arrivando…
Sto arrivando

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • luisa berardi il 24/10/2008 19:40
    bellissima...
  • mariella mulas il 05/12/2007 13:07
    Gary, anche questa è stupenda.. forse resa più umana e tenera dal tuo sentire il bisogno d'amare per salvarti dal buco nero dell'infelicità che sembra essere la tua pelle.
  • Maty' Sessa il 09/05/2007 03:16
    bravo bellissima
  • Maty' Sessa il 01/12/2006 21:14
    sei molto abile a a valorizzare cio che scrivi
    bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0