accedi   |   crea nuovo account

La realtà celata da un fiume

Il letto del fiume mi è simile,
calmo come quello che voglio far credere,
poi arriva un sasso, un qualcosa che smuove le acque e che fa increspare la pace che c'era,
in quel momento tutto risale,
qualsiasi cosa viene scoperta
destinata, però, a scomparire fino al prossimo sasso...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 05/01/2010 19:34
    Con poche e semplice parole hai descritto te stesso... bella, apprezzata fai attenzione solo alle piene...
  • Anonimo il 05/01/2010 09:50
    Hai ben espresso il tuo carattere ed il tuo stato d'animo attuale. Quella rabbia è passeggera, si sente! Bello il paragone con il letto del fiume... mi piace perchè io sono, purtroppo, il fiume. Tutta la mia vita è stata un torrente in piena... e mi pesa la mancanza di riflessione che tu invece dimostri. Bravo Fabio.
    P. S. perchè non provi a fare uno stacco tra scoperta e destinata... per esempio andando a capo. Il tuo pensiero verrebbe più scorrevole. Ciao e scusa la mia saccenza!
  • loretta margherita citarei il 05/01/2010 08:30
    l'illusione ben descritta bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0