PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tuo nome

Fra tanti ricordi
nel libro aperto
della memoria
oggi
mia cara
ho trovato
il tuo nome.

Una camicia
verde pallido ulivo
cercavamo
quel giorno
tu ed io.

Ottobre finiva le ore
e per le strade
quasi deserte
il vento d'autunno
portava via
le foglie morte.

Uno sguardo tenero
un gesto vago
nulla ci sfuggiva...
Forse perché
per la prima
e l'ultima volta
eravamo insieme.

Infatti
un artiglio di guerra
pochi giorni dopo
ti portava via
insieme a tanti
altri innoccenti.


E cosi'
non hai mai avuto
vent'anni.

Ma, là dove sei,
vivrai eterna!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/06/2013 17:19
    ... particolarmente
    apprezzati gli ultimi
    versi, complimenti..

10 commenti:

  • Anonimo il 12/04/2011 20:37
    La guerra è un brutto mostro e non risparmia i sentimenti.
  • Jean-Paul AMENTA il 16/01/2008 20:18
    Grazie Clarissa per i tuoi commenti (très joli ton prénom!)
  • sara rota il 22/10/2007 17:14
    Una poesia toccante e commovente. Bellissima.
  • Anonimo il 27/12/2006 09:29
    Non cancellarli mai. Un abbraccio.
  • Jean-Paul AMENTA il 30/11/2006 17:03
    Questa é la poesia che prende il posto dell'altra cancellata. Finalmente. Merci.
  • Jean-Paul AMENTA il 30/11/2006 10:31
    Teoricamente ho cancellato questi versi, scritti parecchi anni fa, che avevo voluto rimettere al chiaro di luna o del sole... ma non vogliono andar via. Ma vai a sapere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0