username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Io

Chi mi conosce mi paragona
a un riccio di castagna.
Spinoso, da toccare con cautela.
Ma, se mi prendi per il verso giusto
e con pazienza togli questo guscio,
dentro vi trovi un dolce frutto
da gustare, come più ti aggrada,
per poter soddisfare il tuo palato.
E penserai che dopotutto,
il tempo non è stato perso invano,
la fiducia e il mio amore
hai conquistato.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

32 commenti:

  • salvo ragonesi il 26/07/2012 19:00
    il riccio si apre al tempo giusto. bella introspettiva
  • Giovanna Cento il 04/09/2011 09:12
    Bella... dalle tue parole si comprende il tuo essere... quel che conta nella vita è conoscere la profondità delle persone e non il superficiale perchè si tende a sbagliare.. Brava!!!!
  • Anonimo il 16/04/2011 07:09
    tutto viene premiato prima o poi... bella brava
  • Daryl il 04/03/2011 15:20
    Bella semplice e di gran gusto! Affascina!!!!
  • Anonimo il 19/11/2010 11:53
    Ci sarà occasione per verificarlo? Forse si. Prova a partecipare al mio Bando Letterario. Chissà!
    www. circoloculturaleluzi. net
    santoro3000@alice. it
  • Anna Maria Russo il 02/11/2010 21:00
    A Salvatore io intendevo con questa mia descrivere il mio carattere... sembro all'inizio un po' scorbutica ma poi se le persone riescono aconquistare la mia fiducia non sono cattiva.. anzi perdono sempre e tante volte ho preso delle fregature... ma pazienza
  • Anonimo il 01/11/2010 20:43
    Ricordati, però, che le castagne fanno sempre una brutta fine: o bollite o arrostite!
    Ma i versi rendono l'idea ed io li ho interpretati nel loro sviluppo e nella loro composizione accompagnandoli con uin buon bicchiere di vino ( che con le castagne in fondo si accompagna bene e non guasta).
  • Francesca La Torre il 13/10/2010 08:27
    Bella, con poche parole hai descritto te stessa e si comprende benissimo come sei. Piaciuta.
  • Giacomo Scimonelli il 02/09/2010 07:19
    complimenti... davvero bella e dolce
  • Orazio Claveri il 31/08/2010 08:28
    Bellissima, credo che in pochi versi hai descritto veramente il tuo io. Molto brava
  • Nicola Lo Conte il 13/08/2010 10:56
    Carina... e con una bella morale...
    brava
  • Ivan Bui il 25/07/2010 12:32
    ... sembra un invito in versi. Adoro le castagne, ma non disdegno nemmeno il riccio, é una sorta di bollino di garanzia. Brava.
  • TIZIANA GAY il 08/07/2010 10:28
    a volte le nostre difese ci rendono più preziosi, ma che bello poi scioglierci con fiducia agli altri un abbraccio
  • - Giama - il 03/07/2010 15:19
    la vita, le esperienze, le delusioni... ci portano a diventare "castagne"...
    abbiamo paura di lasciarci andare, di amare come la prima volta... diventiamo un po' diffidenti..
    ma dopo che ci "apriamo" all'amore e ci svestiamo di quel guscio... allora doniamo noi stessi... come mai abbiamo fatto prima!

    Bravissima!

    Ciao Giacomo
  • giuliano cimino il 02/06/2010 01:03
    molto veloce, e molto personale... bella...
  • Andrea Arvati il 07/03/2010 18:02
    dolce e scorrevole, scivola leggera fino all'ultima parola
  • Anonimo il 31/01/2010 01:28
    aspetteremo la stagione per coglierti e scoprire una nuova amica o forse non sarà necessario aspettare...
    Ti sei descritta molto bene e con bei versi, forse sei un poco severa con te stessa?
    Mi è piaciuta molto.
    Tanta simpatia,
    Fulvio
  • karen tognini il 12/01/2010 16:41
    L'apparenza inganna..
    più spesso di quello
    che crediamo!!!!
  • Antonio rea il 12/01/2010 14:39
    Stupendo concetto, "poesia" fatta realta!! .. adoro i frutti spinosi, se dentro hanno un'anima dolce!! Brava!!
  • Cesira Sinibaldi il 08/01/2010 15:12
    Simpatica e... veritiera per molti.. ricci di castagna!
  • Rino il 07/01/2010 20:05
    Anna Maria... ho vinto qualche cosa? va bene amche un sorriso! Ciaooo
  • Anna Maria Russo il 07/01/2010 18:10
    Grazie per i commenti, mi è venuta in mente ricordando un indovinello di quando ero piccola.. Ho il riccio spinoso, ma il cuor generoso, mi mangiano cotta, bruciata o balotta mi trovo in montagna mi chiamo?...
  • Anonimo il 07/01/2010 11:00
    Una presentazione deliziosa..
  • Vincenzo Capitanucci il 07/01/2010 07:27
    Molto bella... Anna Maria... molto spesso... dietro alle spine... c'è una rosa...
  • franco buldrini il 07/01/2010 00:29
    con la pazienza ti si puo conoscere. Ma pensa, se per sapere se tu ami, con i tuoi aculei si fa il gioco del m'ama non m'ama. L'amore che ne nasce è alquanto spinoso. Ma se cè amore il tempo e il dolore non è passato invano. Bella
  • Amorina Rojo il 06/01/2010 20:19
    dalla tua foto non sembri un riccio... sei così dolce. forse in quei giorni ti avevano già sbucciato... brava, molto bella
  • Rino il 06/01/2010 19:36
    Sembra che la pazienza non abiti in questo tempo... eppure basterebbe poco per trovare il verso giusto per aprire quello spinoso guscio... anche sopportando qualche deliziosa puntura...
  • Cinzia Gargiulo il 06/01/2010 18:59
    Le spine del riccio sono una difesa per chi ha sofferto, ma le persone intelligenti non si lasciano spaventare.
    Molto brava!
    Un abbraccio...
  • Antonietta Mennitti il 06/01/2010 18:12
    Ci si diventa dei ricci Anna... quando la delusione e lo sconforto morale appare all'orizzonte e ci cambia... Ma la nostra anima non cambia ed il nostro cuore sara' sempre pronto a DARE per amore!
  • Fabio Mancini il 06/01/2010 15:38
    Particolare. Fabio.
  • loretta margherita citarei il 06/01/2010 14:41
    dolce poesia
  • Anonimo il 06/01/2010 14:21
    Dolce dedica al tuo innamorato, a noi che ti leggiamo, mostri il tuo carattere, ti paragoni ad un riccio intoccabile... ma... anche i ricci si possono aprire, infatti il tuo lui ci è riuscito.
    Molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0