PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Passione e tempesta

Occhi spersi nel vuoto
bottiglia ubriaca
tra passioni
(spesso inutili)
e volgar vita
ad inseguir tempeste.

Luce selvaggia che mai si quieta
lontana... sfugge via.
Ci porta via,
cavalca oceani e via,
E ansima
e richiama,
e rotte morte... percorse a volte
e desideri mai raggiunti.

Poi il mare, spazza il tempo.
Onde increspate,
poi la notte.

Giostrano navi alla deriva
che siamo noi.
Tramortiti marinai degli eventi
che siamo noi.
Custodi imposti dell'esistenza nostra.
A volte spudorati...

Costretti alla battigia sempre
a rimirar nel giorno
questa sfuggente vita.

Ancora una volta vola in segreto.
E più segreto il sogno infrange
e più si perde l'inutil canto.
Quell'ultimo triste canto
dell'ultimo triste sogno
stracciato e offeso,
dal non più risveglio.

Ed è tempesta di mar spaventoso.
Profondo ondeggiare
questa vita nostra.
Spuma stracciata al vento del tempo,
ad uno strano svago d'amore,
complice e speme...

giostra che gira senza una sosta
e poi, la giostra si ferma...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 09/01/2010 16:47
    intensa molto bella
  • karen tognini il 09/01/2010 15:24
    la ruota continuerà... a girare...
    anche quando si giungerà
    alla fine della corsa...
    è il finale di una mia poesia!!!
    bravissimo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0