accedi   |   crea nuovo account

Ribelle

Fighissimo vestito in pelle,
pronto? Dare corpo in affitto.
Sulla macchina in fuga solo le stelle
e la marea della notte nello sguardo afflitto,
ribelle.
Fighissimo da demone mascherato,
pronto a tentare tra le sgualdrinelle
l'unico angelo sul mondo crollato,
senza speranza, ricordo strappato...
ribelle,
ribelle...
Aziona mano
in gesto fluido,
inizia piano
e meno ruvido
l'ascesa sporca
verso la forca
scema nel nulla
verso la culla,
sempre più folle
senza rotelle,
strappa la leva
che ci sosteneva,
ribelle,
ribelle!

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • ciro la ferola il 22/08/2011 16:19
    l'ho letta come poesia a caso e non mi permetto nè di giudicarla, nèdi votarla, perchè perquanto mi sforzi, non mi è chiara
  • Anonimo il 20/03/2010 19:27
    ottima poesia
    piaciuta.
    sabrina.
  • Jurjevic Marina il 26/01/2010 01:17
    Fighissimo da demone mascherato..
    spettacolare scelta delle parole.. Spettacolare il tuo stile
  • Anonimo il 10/01/2010 20:31
    Un vissuto che si ribella aldesiderio interiore, forse??
    Ti abbraccio, Len...
  • loretta margherita citarei il 10/01/2010 18:45
    originalissima
  • Anonimo il 10/01/2010 18:30
    Fa molto pensare
  • Vincenzo Capitanucci il 10/01/2010 16:27
    Bellissima Len... l'unico angelo sul mondo crollato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0