username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Voi, noi, io

Ho il caos e il grido
di una discarica destinata al rogo
lo stridìo del ferro schiacciato
e l'aspetto di un indeciso.

Mente malinconica
d'armonica e violino
in un coro legato
levato all'infinito,
allo stesso destino

Non c'incontreremo mai
gelosi e invidiosi
della nostra robaccia
con i nostri canovacci
ci accarezzeremo bendati
incapaci di salutarci per strada.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 08/04/2010 18:59
    Mi piace il tuo modo di scrivere, hai talento e sopratutto non ti perdi dietro i soliti luoghi comuni. Complimenti
  • Anonimo il 12/02/2010 18:09
    bellissima poesia samuele, accidenti... che bravo... i miei complimenti ^_*
    Valerio.
  • augusto villa il 20/01/2010 22:39
    Caspiterina... Bella davvero!!!
  • Nicola Saracino il 16/01/2010 11:55
    Una nuda e potente manifestazione del sentirsi fra gli altri. Nicola
  • loretta margherita citarei il 13/01/2010 14:05
    indifferenza grande male piaciuta
  • Anonimo il 13/01/2010 09:50
    voi.. noi.. io.. cosi accadiamo bendati
    bravo samuele
  • Salvatore Ferranti il 13/01/2010 09:43
    poesia molto dura ma molto condivisa. è proprio cosi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0