PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sere di giugno

Vorrei piangere sul profumo di un
fiore. Vorrei piangere, nella brezza
di questo viale, fra le ombre che
accarezzano. In questo lungo
viale dei tigli, grigio e smorto nella
sera. Con una mezzaluna che sfuma
nel cielo del crepuscolo. E con
delle ragazze bionde che ridono in
lontananza, surreali, irraggiungibili.
Non serve chiedersi il perché.
Vorrei solo una musica dolce per
consolare il cuore che si è illuso,
per rendere meno acuto il bisogno
d'amore. Basta così poco. Basta
una sera come questa, nella quale
non si sa più dove finisce il passato
e incomincia il presente, dove incomincia
il sogno e finisce la realtà.

Minerbe - Giugno 1973

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 07/02/2012 16:24
    Quanta dolcezza in questi versi
  • Anonimo il 11/12/2009 18:55
    Migliorabile... Così com'è non è una vera e propria poesia ma uno sfogo scritto con una macchina da scrivere che improvvisamente va a capo...
    Ci deve lavorare su... un'idea sottesa c'è...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0