PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Da te e Con Te

Quando arrivo
da te,
ho bisogno di un istante
per prendere coraggio
e salire quegli scalini.

Davanti a tutto quel marmo
bacio la tua foto
e le lacrime scorrono
inesorabilmente.

Chissà se mi vedi
chissà se mi senti
chissà se in qualche maniera sei presente
chissà...

In quel luogo cosi silenzioso
rifletto...
rifletto sul senso della vita
e non trovo soluzione.

Mi manchi
e mi sento troppo sola
per restare qui
in questo mondo dove
non ho pace.

Vieni a prendermi...
ti prego papà
vieni a prendermi.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 17/01/2010 18:17
    Non abbatterti mai, la persona a cui ti rivolgi non sarà sicuramente d'accordo con la tua richiesta. Troverai certamente un senso alla vita. Piaciuta, commovente.
  • arianna di mauro il 17/01/2010 13:18
    mi sono commossa, davvero!
  • Anonimo il 17/01/2010 10:56
    Ieri sera a Striscia la Notizia tutti ci siamo commossi guardando il video di un uomo senza braccia e senza gambe che invitava tutti i giovani che aveva di fronte a non chinare mai la testa, a non rinunciare mai alla lotta e dimostrava a tutti noi come anche lui riuscisse a sollevarsi dal suolo e rimanere in posizione eretta. Vorrei che tu l'avessi visto quello straordinario esempio di grandezza e dignità, sicuramente ti avrebbe aiutato a riflettere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0