accedi   |   crea nuovo account

Ora io

trafitta da parole mai dette
nascosta da nebbia strappata
sparisco
lasciandoti a ciechi
che sognano luce

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • pietro luigi crasti visintini il 13/05/2012 17:38
    bella, bella davvero.. nella sua ermeticità riesce a parlare a tutti di un messaggio intensamente breve ma completo, arrabbiato ma convinto. Una poesia che somiglia ad una fotografia in bianco e nero, scattata al volo, al momento in cui l'evento si verificava. Ancor più brava se non è autobiografica perché hai saputo vestirti per l'attimo che l'hai creata dell'anima di chi l'ha vissuta. Complimenti

22 commenti:

  • Raffaele Arena il 17/09/2011 01:11
    talmente ermetica e comunque emozionalmente rabbiosa nei confronti di qualcuno, che pero' purtroppo mi pare incompleta.
  • Fernando Piazza il 11/06/2011 16:46
    Le parole, a volte, possono ferire e far male come lame affilate... nemmeno "sparire" serve allora ad alleviare la nostra pena... comprendere di non essere che polvere tra le dita per chi si è amato è dura da sopportare...
    Ma le parole hanno anche un potere taumaturgico e diventano magli potenti per abbattere quel muro di dolore che oggi ci opprime e trasformarsi in forza vitale e positiva per il nostro più luminoso domani...
  • Anthony Black il 19/11/2010 17:12
    Io leggo, leggo e qualcosa mi travolge, una profondità che in pochi hanno, sensibili non significa essere deboli, ma percepire il mondo con una violenza che i più non possono comprendere Giovanna.
    E tu sei sensibile..

    Lo sei quando sparisci, quando vieni travolta da parole che nessuno non t'ha detto, ma che forse hai percepito da uno sguardo, da un gesto, trafitta forse da una parola che desideravi sentire, e che mai è arrivata.

    Un cieco non è colui che non vede mia cara, ma chi può farlo e se ne fotte.
    Per quanto possa far male, contua a lasciarli tra loro..
    Complimenti.
  • Anonimo il 18/09/2010 22:36
    Poesia dolorosa ma nelle parole trafitte di cattiveria c'è la speranza...
    Brava Gio
    Lylly
  • Francesco Giofrè il 08/09/2010 11:51
    dopo averla letta ho pensato ad una un'amicizia o un amore finito
    sparire e lasciare all'altro illusioni
  • Anonimo il 09/03/2010 00:54
    La brevità giova alla poesia. Bella
  • Anonimo il 29/01/2010 02:26
    Perdonami Giovanna, il commento sotto l'ho scritto senza aver fatto il login ma le parole sono mie e sincere.
  • Anonimo il 29/01/2010 02:20
    trafitta da parole mai dette...
    sinestesie e metafisica sono cose affascinanti.
    La poesia è intensa, i sentimenti forti e sinteticamente li riporti con grande eleganza.
    La tristezza c'è se è tua intenzione e ciò che provi nello scriverla ;certo racconti un dolore.
    è bellissima e sei bravissima, complimenti.
    Con stima e simpatia,
    Fulvio Parodi
  • giovanna raisso il 28/01/2010 19:49
    grazie a tutti.. ma non era autobiografica.. per fortuna
  • Ruben Reversi il 27/01/2010 18:58
    uno smarrimento dell'anima velato in trasparenza ma che nasconde ben altro dolore.
    brava. dolce giovanna!
  • Anonimo il 21/01/2010 11:39
    io spesso mi comporto cosi... bellissima...
  • Anna Maria Russo il 18/01/2010 08:21
    meglio finire una storia quando non va bene e non continuare a vivere un rapporto che non porta a nulla... i ciechi che cercano la luce la trovano.. triste
  • Viky D. il 17/01/2010 22:34
    Parole che trasudano dolore... ma la nebbia prima o poi si dissolve. Molto intensa, ti abbraccio cara Giovanna.
  • francesca cuccia il 17/01/2010 22:22
    Le parole mai dette fanno male al cuore ritornano è fanno sempre male, molto belle queste parole
  • Fabio Mancini il 17/01/2010 22:08
    La solitudine vera è di chi resta con un manipolo di ciechi, inconsapevoli di non sapere dove andare... Piaciuta nell'essenza. Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 17/01/2010 21:17
    Parole mai dette che stridono nell'anima... sparisco lasciandoti a ciechi...
    sintetica ma esplicita... bella
  • Anonimo il 17/01/2010 19:53
    Una bella sintesi intensa e significativa
  • Anonimo il 17/01/2010 19:10
    Ridorda che l'odio è l'amore andato a male. I rimpianti nascono da parole non dette che ti si ritorcono dentro trafiggendoti. Il componimento, però è veramente " d'effetto"
  • loretta margherita citarei il 17/01/2010 19:07
    piaciuta versi lineari scritti bene
  • Rino il 17/01/2010 18:26
    Sparisci... ma per poco... la vita, fuori è tua... risorgi! I ciechi cercano luce, ma chi non gliela può dare -e chi non sa parlare al cuore non dà luce- non sarà di aiuto nemmeno a loro... Bella, Giò... Intensa perchè breve! Ti bacio
  • carlo sorgia il 17/01/2010 17:49
    Una breve di grande impatto, molto bella e apprezzata.
  • Anonimo il 17/01/2010 17:10
    Piaciuta, complimenti Giovanna.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0