username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Per piacere, nun scrivete più de a morte

È che nun ce se
raccapezza
niente,
co stu popolu dellu situ.
Ieri era de gennaru lu diciottu,
me so lette e poesie
tutte den bottu,
ma lu core
me s'è spezzatu,
tanto era l'amarezza
e lu piantu,
che me paria de esse
allu campusantu.
Belli versi tutti architettati,
arcuni anco raffinati,
ma nun so pe quala sorte,
l'argumentu principale era a morte.
Va be, che ancora
batte fora,
a grandine, a neve e lu ventu,
che l'anema de lu poeta
è semre in turmentu,
ma, cari amici mja,
arvolemò artruva,
nu pizzicu d'allegria?
Ce volemo artirà su lu morale?
Na risata nun fa male,
buttamo sotto e scarpe
lu tormentu,
tra lu fucu lu scoramentu,
lasciamu sta du sta
a morte,
tantu se sa
che dell'omo
è amara sorte.
Arpiamo pe mano a fantasia,
facemo come se dice
dalle parti mja:
pensa a campà, fiju mja,
che a murì
vene attempu!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

29 commenti:

  • Massimo Tusa il 22/01/2010 12:07
    Sii la meju dellu populu de stu situ.
    Bacio
    Ciao
    Max
  • Anonimo il 19/01/2010 22:39
    Loretta in dialetto sei formidable.
  • Simone Scienza il 19/01/2010 22:07
    Io ci starei... diamo il via all'Happy "DEI"?
    gli Dei dell'Olimpo son lì da un po' si staranno annoiando,
    ... cosa stiamo aspettando??
    (mi son lasciato prendere la mano... spero che me la restituiscano...
    SCUSATE LO SPROLOQUIO!!
  • Donato Delfin8 il 19/01/2010 21:19
    Si si Buona ideuzza!
    Ah bè è più difficile far che far ... Vabbè ma ci sono tanti "inguaribili poeti" dai dai proviamoci che ne dite?

  • Cinzia Gargiulo il 19/01/2010 21:09
    Ajere ttanne fatte scennere 'o core int'e cazette!!!...
    Troppo forte Loretta!!... Hai ragione ci sono giorni in cui il sito è tutto un pianto! Dai lanciamo la giornata dell'allegria... potrebbe essere un'idea!
    Comunque aldilà dello scherzo si comprende che da parte tua c'è rispetto per la morte che forse hai voluto un po' esorcizzare con questa tua.
    Bacioni...
  • Anonimo il 19/01/2010 19:16
    Cara Loretta mi hai strappato un sorriso e mi ha fatto bene! Quel che ci vuole ogni tanto per andare avanti, per ridarci forza. Un sorriso, una battuta allegra alleggerisce questa PESANTE vita!
  • Ruben Reversi il 19/01/2010 19:04
    dolce loretta... credo che ogni giorno si muoia un po' per poter vivere, nelle delusioni, nelle ansie nell'amore.
    io scrivo di morte... perchè la sento come entità che ci accompagna e ci fa riflettere quanto sia bello vivere.
    ti voglio bene. ruben. bellisima poesia!
  • Anonimo il 19/01/2010 18:08
    bravissima complimenti.. bacio
  • Don Pompeo Mongiello il 19/01/2010 16:18
    Bellissima in un dialetto per me molto comprensibile. Bravissima
  • Ezio Grieco il 19/01/2010 15:20
    ... che sorpresa!
    Brava, brava, brava.
    A Lorè, chiste ce fanno sprufunnà dint'a nu mare e chiante.
    PIACIUTISSIMA!!!!
    ... ora mi toccherà scrivere qualcosina di... allegro!
    Bacione
    cl
  • loretta margherita citarei il 19/01/2010 15:17
    caro amico minalouche ts elliot, chissà che non ti abbia incontrato, quande nel 97 sono stata ospite nel campo raccolta dei terremotati, poi 2 anni in un container, so cosa significa il terremoto, grazie adesso per la tua generosità di allora
  • Anonimo il 19/01/2010 14:07
    Complimenti, non sapevo che scrivessi anche in vernacolo! Hai detto ciò che io avevo pensato. Purtuttavia la morte è il più grosso problema esistenziale, e forse è l'unico senza alcuna risposta certa.
  • Salvatore Ferranti il 19/01/2010 12:15
    bellissima è dir poco... una vera gemma...
  • Cinzia&Donato A4Mani il 19/01/2010 11:41
    Ommamma e ora come faccio credevo fosse una dolce conquista la tipa che mi sta dietro da una vita e che mi salutava con un sorrisone... mappete! ora che mi son messo gli okkialoni... non mi stava salutando!!! ... ma sventolava la falce
    Sigh sigh... Zagh zagh

    Grazie Lò dello zukerino e facce ride!
  • Minalouche TS Elliot il 19/01/2010 11:22
    Potresti pure scriverne una per le poesie passionali... davvero tutti questi amori sognati, e tu e te e lei e lui ecc. ecc. davvero da ricovero per crisi acuta da zucchero!
  • Minalouche TS Elliot il 19/01/2010 11:17
    Beh, se osservi bene son ben poche le opere allegre, anche in momenti non sospetti. Io posso solo parlar per quanto mi riguarda, "della morte che all'improvviso viene" è un'opera che ho riproposto, scritta l'anno scorso, in questo periodo, dopo una serie di lutti, persone che conoscevo e ora non ci son più. Ci ho lavorato giorni, perché erano tante le parole e volevo rendere al meglio ciò che ho provato in quei momenti, ciò che si prova.
    L'altra, Port-au-Prince nasce da una serie di foto, articoli che continuo ma leggere e si.. anche a cercare. Ho fatto anche io parte di una "pattuglia" della protezione civile, ho lavorato con loro, ero in Umbria dopo 2 giorni dalla prima scossa, so cosa significa sentire la terra tremare e non poter far nulla, ho visto un ospedale crollare, una torre... l'unica cosa positiva è che non ci son state vittime a causa dei crolli.
    La morte accompagna i nostri passi, e noi spesso facciamo finta che non ci sia.
    D'altra parte da molto mancano autori che ironizzando, facendo anche ridere, fanno Poesia e fanno pensare... cito la Balbinetti, giusto per far un nome...

    È bello ridere, sorridere ma anche pensare
  • karen tognini il 19/01/2010 11:02
    Bravissima...
    hai ragione..
    ma un po' ci marciamo..
    quando scriviamo!!!!!
  • Cinzia&Donato A4Mani il 19/01/2010 10:41
    Ottimissimissima!

    Brava Loretta
  • Anonimo il 19/01/2010 10:32
    Concordo pienamente.. totalmente... e si, un po' di allegria!!!
    Brava Lor!!!!
  • Auro Lezzi il 19/01/2010 09:53
    Ahhhhhhhhhhhhhhhh.. peccato che non capisco il milanese... .. deve essere bellissima
  • vincent corbo il 19/01/2010 09:36
    Molto simpatica e ironica. è vero, ci sono giorni nei quali gli animi sensibili riflettono all'unisono su temi molto importanti ma che intimoriscono un pò. Credo che la catastrofe recente abbia toccato le corde di tutti noi.
  • Donato Delfin8 il 19/01/2010 09:26
    L'unica cosa possibile al mondo è svalutare la morte perchè quando sarà l'ora di pagar il prezzo del viaggio... non ci saran... dazi d'interesse
    Eh si eh... odio morire... per ora mi basta morir dal ridere.. poi si vedrà

    Ancora grazie per le risatine Lò e della tua fantastica ironia! "Dai dai Lorè facce ride"
  • Simone Scienza il 19/01/2010 09:24
    Ammazza... Lor, lu sai che c'hai raggione... ALLEGRIA
  • Anonimo il 19/01/2010 09:07
    Non sono molto d'accordo: a ironizzare e svalutare la morte ci pensano già i media. Comunque la poesia é molto simpatica.
  • Rino il 19/01/2010 08:29
    beh... ogni tanto una correzione di rotta fa bene, no?... È divertente 'sta filastrocca, simpaticissima!
  • giuliano cimino il 19/01/2010 08:22
    Bellissima e fortissima... Grande
  • Amorina Rojo il 19/01/2010 08:20
    sò toshana e 'un so scivere umbro ma ti hapisco... un po di holore è più ganzo. bacio
  • loretta margherita citarei il 19/01/2010 08:12
    scritta per ironizzare, avendo ieri letto poesie dedicate alla morte, molto belle ed intense, ho voluto scherzarci su, invitando all'allegria. esempio, ieri io ho scritto sulla malattia, auro sulla difficoltà della vita, quattrone ed altri amici la morte, altro titolo la dama in nero, tristezza per amori persi etc, coloriamo il sito, un bacio a tutti lor
  • Donato Delfin8 il 19/01/2010 08:08


    Ecco qua la Lorè che te decevo
    Grazie Lory

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0