PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stella mia

Steso, nudo, nascosto,
con le braccia larghe,
le gambe aperte
solo al centro del terrazzo,
il mio corpo irrigidito
tende verso il firmamento
con tutti i lembi di pelle.
Ogni piccolo muscolo scruta
alla ricerca della stella amata.
È diversa e lucente,
si divincola dalle compagne,
e mi viene incontro
con la sua scia splendente.
Giusto il tempo per desiderare:
Ed i tuoi palmi sono suoi miei,
le tue labbra sulle mie.
I tuoi seni sul mio petto,
le tue gambe tra le mie.
Ed i nostri occhi persi.
E l'infinito si ferma.
in un incastro perfetto.
E non c'è più nulla da scrivere.
Tutto è solo da vivere.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • giovanna raisso il 19/01/2010 19:45
    "e l'infinito si ferma.."
    bravo Auro.. sensuale..
  • Patty Portoghese il 19/01/2010 17:17
    Stupenda poesia tra l'amore e l'erotico... passione allo stato puro...
  • karen tognini il 19/01/2010 10:57
    E aggiungo..
    buon divertimento..
    e passione sia...!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0