username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Perchè

Ma perchè vivo,
se devo solo
arrivare alla morte?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 29/03/2012 22:48
    Ma prima d'arrivare alla morte dato che siamo di passaggio, farai tante e tante esperienze positive ed anche negative che t'insegnaranno molte cose e ti daranno tanta gioia, cpme la nascita dei tuoi figli che ti darà modo di allungare la dinastia, è inutile che ci facciamo tante domane, dobbiamo assorbire il meglio della vita ed andare avanti, purtroppo è un passaggio obbligato che faremo tutti prima o poi.

20 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 05/01/2011 16:23
    Maria Rosa penso che tu abbia ragione... un commento finalmente COMMENTO
  • Maria Rosa Castellano il 05/01/2011 16:06
    perchè la morte non è l'ultima possibilità di questa vita, ma la prima di una successiva.
  • Francesca La Torre il 05/01/2011 07:43
    Ti ringrazio ancora Giacomo, non devi assolutamente chiedere scusa Quella poesia di cui un po' mi vergognavo perche' la consideravo troppo personale e banale per gli altri, ha fatto scaturire un dialogo che come tale e' sempre positivo, io non parlo cosi' nemmeno con i miei famigliari e tutto questo "dire" mi ha fatto solo piacere. A presto. Infatti Jack l'ha trovata banale, mentre tu ne hai afferrato il senso, ciao.
  • Anonimo il 04/01/2011 23:29
    io difenderei fino alla fine( concedetemi l'esagerazione e la scopiazzatura) questo diritto ad esprimersi. Ma non solo qua dentro, quanto sarebbe più bello poterlo fare fuori? ma chissà perchà la fuori ci trasformiamo tutti in iene.( vabbe, io lo sono anche qua dentro...è una triste monotonia la mia). Però mi piace anche criticare e farlo con cattiveria ( ma è una cattiveria buona, te l'assicuro... ho fatto anche un ossimoro!), semplicemente perchè quando è stato fatto a me mi ha migliorato moltissimo nello scrivere, te lo assicuro. Certo non sto qua ad insegnarti nulla, non ho neanche l'eta adeguata, ma chi lo sa? davanti alla trisite realtà della nostra letteratura odierna ( senza troppi allarmismi, ma qualcosa di marcio si sta diffondendo rapidamente) mi sogno di trasformarvi tutti in grandi scrittori...è un delirio giovanile, passerà col crescere.
    Giacomo io penso che sia il dibattito l'essenza del vivere... per dire l'assurdità della mia persona ( ma ripeto è la giovane età ) trovo simpatici tutti quelli che, come te, mi rispondono pacatamente.
  • Giacomo Scimonelli il 04/01/2011 23:21
    Dopo le tue parole penso che l'argomento sia chiuso... consiglio a Jack che adora commentare e criticare la vera poesia di navigare su internet... e cercare siti di professionisti che possono controbbattere le sue critiche su stile e metrica poetica... forse i reggenti di questo sito... a cui io devo tanto x avermi dato la possibilità di sfogarmi... capiranno che i commenti, se così vogliamo chiamarli, di oggi, sono stati utili a tutti. Jack spero che l'argomento sia chiuso... e spero che capirai che nessuno è contro di te o altri... noi scriviamo x determinati motivi... e nessuno aspira a diventare il poeta dell'anno... ciao a te e a Francesca a cui chiedo umilmente scusa x aver creato una discussione pacata ma fuori luogo su dei versi molto sentiti e figli del suo sentire.
  • Francesca La Torre il 04/01/2011 23:13
  • Anonimo il 04/01/2011 22:54
    Francesca se ti sei offesa mi dispiace. Però non capisco perchè offenderti te? al massimo doveva offendersi la poesia. Alla fine ce l'avevo con lei. Comunque prendevo in giro " ma di riflesso" quella che avete chiamato poesia. Concedimelo, questo può essere un pensiero, un aforisma, forse la domanda più ovvia ( ce lo chiediamo tutti, non credi?) ma non una poesia. Non basta andare a capo per farne una.
  • Francesca La Torre il 04/01/2011 22:37
    Ti ringrazio giacomo per avermi in un certo senso"difesa" di fronte al commenti di Jack che sinceramente mi ha un po' offesa, ma l'ho compatito e gli ho risposto sul profilo, perche' secondo me lui non ha assolutamente capito la parola"solo" che ho usato nella poesia, come invece hai perfettamente capito tu. Ti ringrazio.
  • Giacomo Scimonelli il 04/01/2011 21:03
    come immaginavo... la tua risposta non mi lascia dubbi... tranquillo che mi hanno giudicato fuori come dici tu... e non mi sono mai offeso... conosco la vita Jack... la conosco e conosco i giovani come te... figli della realtà del nostro tempo... lo sappiamo che le nostre... o almeno le mie non sono poesie... la poesia è del Leopardi...è quella di Ungaretti e via dicendo... ma per me tutto è poesia... anche senza rispettare una determinata metrica caro amico... scusami se mi permetto di chiamarti caro amico... la satira e ben accetta quando non si offendono e feriscono i sentimenmti ed i pensieri di nessuno...
  • Anonimo il 04/01/2011 17:55
    Purtroppo noto con dispiacere che in gran parte di questo sito la satira o l'ironia proprio non la si sopporta. Io non cerco di portare discordia tra nessuno, ne disarmonia. Io semplicemente esercito il mio diritto di critica, e la critica non può mai essere buonista, che mi pare sia un vizietto diffuso qua dentro. Volete scrivere per liberarvi da un peso, per capirci meglio, per quello che vuoi... fatelo! Sono il primo a sostenerlo da tempo. Da tempo spingo i miei coetanei a scrivere convinto che chiarisca meglio gli aspetti quotidiani della vita. Ma questi voi non li chiamate sfoghi o riflessioni, qua le chiamate poesie e le poesie sono un altra cosa. La mia vita reale Giacomo è un altra cosa, non è il web, e sta traquillo che non mi nascondo dietro a nessuna maschera, anzi sono l'identica copia di Jack ( si chiama coerenza, tu ce l'hai?). E la realtà è molto più cinica te l'assicuro, anche su una cosa come lo scrivere. Tu ch'hai mai provato a farti giudicare la fuori su questo " banale" aspetto? Io si, e t'assicuro non sono stati per niente buoni...
  • Giacomo Scimonelli il 04/01/2011 17:05
    non capisco come tu ti permetta caro Minchione a dire che è una presa x il c... ai malati in fase terminale... ma stiamo scherzando??? versi brevi che manifestano una innata ricerca del motivo della nostra esistenza... mi dispiace Francesca di aver fatto un commento pieno di rabbia su una tua poesia... ma non posso restare indifferente leggendo stronzate come quelle del Minchione di turno che cerca di portare discordia e disarmonia nel nostro sito.. sì... nel nostro sito dove tutti sfoghiamo le nostre paure e dolori... nessuno vuole essere un poeta famoso o diventarlo... sarà il tempo a dirlo eventualmente... per uno come me che scrive x sfogarsi e x liberarsi di pesi che mi tormentano è inaccettabile che ci siano individui che critichino ciò che il nostro cuore urla... ho paura che persone del genere finiscano x scocciare chi veramente crede in siti del genere dove gratuitamente si possono sfogare le amarezze della vita vomitando astio e cattiveria che nella vita reale non sarebbe possibile farlo... nella vita reale non ci si può nascondere dietro maschere e nomi falsi... scusami amica mia
  • Anonimo il 03/01/2011 00:20
    E già ce lo chiediamo tutti... però "solo"? ti sembra poco? o forse intendevi dire che sei solo? O è una presa per il culo ai malati in fase terminale? in quel caso è di cattivo gusto...
  • Anonimo il 31/12/2010 21:05
    A questa domanda è sottesa una posizione direi metafisica. La domanda significa perchè tutto abbia termine. Allora implica che se qualcosa non ha termine è migliore di qualcosa che ha termine. Una vita eterna ti piacerebbe perchè la giudichi migliiore. Ma in base a cosa si definisce migliore ciò che dura rispetto a quel che ha una fine? per quel che mi riguarda la vedo come Seneca: il bene non è vivere ma vivere bene. Riempire bene il nostro tempo. Che è prezioso perchè è limitato. Ciao e buon anno.
  • Cinzia Gargiulo il 13/06/2010 20:53
    Perchè la vita è bellissima da vivere con le sue gioie ed i suoi dolori ed ogni giorno che viviamo è una sorpresa tutta da scoprire. La morte per me è solo un passaggio ad un'altra forma di vita.
    Bella riflessione...
  • Marika Rig il 13/06/2010 02:29
    Vivi perchè sei nato, se ti scoccia farlo sei libero di arrivare subito al traguardo.
    Vivi perchè crei dei legami, impari a provare sentimenti, e cresci.
    Vivi per decidere come morire se ti e concesso deciderlo.
    Vivi perchè vivi e basta...
    Sai mi sono fatta pure io questa domanda e credo che non m'importi più la risposta io vivo perchè il mio cuore batte, vivo perchè respiro e per quanto la vita possa essere strana io ci sto nel mezzo e voglio vederla tutta, chi se ne frega! quando mi stancherò, se ne avrò la possibilità, deciderò il mio traguardo... Ma e alquanto difficile stancarsi di una cosa così imprevedibile
  • denny red. il 15/03/2010 02:57
    fran perchè dobbiamo vivere per poi moriire? fran la vita è un dono.. per morire. fran fai delle belle riflessioni... perchè.. perchè... mi piacciono le tue riflessioni, sono utili, c'e sempre da imparare!
  • Paola B. R. il 20/01/2010 00:23
    Perchè tra il nascere e il morire c'è una vita intera da vivere intensamente e anche se a volte sembra ci regali solo cose negative... arrivono anche quelle positive!!!!! Ciao!!!
  • giovanna raisso il 19/01/2010 22:28
    perchè è vivere.. e la morte ci invidia..
  • Anonimo il 19/01/2010 22:16
    Potresti vivere per accoggerti che nonostante tutto in fondo la vita è amore. Interrogativo esistenziale
  • Anonimo il 19/01/2010 21:57
    E chi ti dce che la morte è la fine e non è il seguito della vta?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0