username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cavalla pazza

La mia debolezza è la tua forza,
la mia mancanza il tuo pieno,
Come il buco in cielo quando manca la luna
così rimani in piedi con un paio di redini in mano ora.
Il tuo coraggio è la mia incoerenza,
la mia paura il tuo orgoglio,
nulla voglio ora,
ora che per desiderio o lacerazione della carne un balzo mi ha portata lontano.
Cavalla pazza.
Opera incompiuta.
Ogni tua arroganza è una mia colpa,
ogni mia speranza un'imputata assolta.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 03/05/2012 10:04
    Un laudo sincero per questa tua tanto bella!
  • Anonimo il 29/05/2011 11:59
    Mi sa che ottavio non ha capito un cazzo della tua poesia... capisco la tua frustrazione, ma la speranza non è mai assolta, semmai muore in galera...
  • ottavio fortin il 08/03/2011 23:43
    solito scritto di autocolpevolezza
  • Anthony Black il 07/08/2010 12:35
    in fondo una poesia non è forma e belle parole. È qualcosa che ti lascia pensare, in questo caso, a te.

    Complimenti.
  • Ivan Bui il 25/07/2010 12:34
    Originale, criptica in alcuni passaggi, sicuramente bella.
  • Anonimo il 20/01/2010 19:49
    Ottima poesia, brava Cinzia.
  • loretta margherita citarei il 20/01/2010 17:08
    scriita bene poesia ottima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0