PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Or so lacrima l'Alba

Desolati i notturni sogni
vogliono evadere
nella luce del giorno

il d'orso
d'una mano

noncurante

ne asciuga
l'infinita sanguinosa attesa

nel
letargo ruggente
sorge

dalle labbra d'una ferita
aperta
dal buio

in lacrime bagnate

traspare
il sole

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • loretta margherita citarei il 21/01/2010 20:34
    gioco di parole, bellissima cap
  • Anonimo il 21/01/2010 20:18
    ma non c'è un errore di battitura?
  • Anonimo il 21/01/2010 18:57
    Meravigliosa questa poesia Vincenzo, la tengo.
  • francesca cuccia il 21/01/2010 17:48
    Al buio togli la solitudine per dargli luce con poesie di vita bravo Vincenzo.
  • Anna G. Mormina il 21/01/2010 13:42
    ... è vero: appena sveglia ricordando un bel sogno e trovandomi nella realtà, m'è capitato d'asciugare qualche lacrima... splendida!!!!
  • karen tognini il 21/01/2010 12:38
    Traspare.. il sole...
    bellissima...
    come sempre unico...
  • Auro Lezzi il 21/01/2010 11:39
    Ahh mò sole se chiama..? E me pare giusto..
  • Anonimo il 21/01/2010 10:44
    .. e tu completi il letargo nel risveglio delle parole e ne fai poesia..
    grande

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0