accedi   |   crea nuovo account

Scemando in tenebra

Se m'immergo nel fiume del piacere
alla ricerca della cosa tua più brutta
è perchè soffocherei senza
e il mondo si essiccherebbe
una volta ritirata la cascata.
Se libero gli atomi nella fiamma
e urlo la mia unica fede in te
è perchè soffocherei senza
e il mondo si incendierebbe
una volta consumata la catasta.
Preda alle meteore
quando le galassie si riassestano.

Oh, notte senza stelle,
nessun segno al mio cervello
di ritorni improvvisi,
parole non dette,
un solo per sempre
fra le braccia calde
di chi mente sempre?

Oh, notte, volto della menzogna
immerso nel sonno,
fà che sprofondi
in romantiche sponde,
decadenti deliri,
fantasie surreali
ormai assenti.

Devo reggermi forte.
Tempo-ali di pipistrello
vola cieco
mietendo prede irrisorie
nei miei interni fatiscenti
dove le immagini si ricompongono,
fiumi, roghi,
insondate caverne
che testimoniano te
ancora là dentro.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 25/08/2014 22:33
    Ce ne hai messa di passione in questi versi, d'altra parte ti chiami hearth, no scusa senza eh, eh, eh.
  • Anonimo il 29/01/2010 17:45
    bravo leo, è proprio bella questa poesia, intensa e ben scritta...
  • Jurjevic Marina il 26/01/2010 01:09
    Questa è un'opera da ammirare. Bellissima, ben strutturata, immagini fortissime, da un poeta evidentemente coraggioso. Mi piace come cresce l'intensità.. oh notte senza stelle... oh notte volto della menzogna immerso nel sonno..
    Bravissimo
  • loretta margherita citarei il 25/01/2010 20:49
    molto intensa ben scritta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0