PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le pecche

La malevolentia
et la invidia
como
ne lo antico gergo
anco se dice,
son pecche
che a lo core
colpi duri
sol dar
et sanor
nun fia
fino a quanto
nun vedi
la cosa
sotto mejo lume.
E questo vo' dir
lassar
a lo artista
l'arte sua
como lo artista
lassar
a lo genio
lo marchingegno suo.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 20/03/2010 19:07
    poesia buonissima.
    a rileggerci presto.
    sabrina.
  • Paola B. R. il 26/01/2010 00:10
    Piaciuta perchè diversa nel linguaggio e nel messaggio!!!!
  • loretta margherita citarei il 25/01/2010 20:47
    ad ognuno il suo talento piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0