PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A capa

Guarda a ca
e guarda a là
a capa mea
a ru sta?
A cummara nu la tene,
u cumparu nu la tene,
ca fusse
furnuta
goppa a la luna,
insieme a chella
de lu Urlandu?
Oddio!
Senz'essa
commu fazzu?
Me posso
sulu ittà
dinda a nu puzzu
a sspittar
ca n'anema bona
recuperatala
me la rriporta
a ccussì
lu camminu
de la vita mea
cuntinuar
senza cchiù carute
ne scuornu.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/07/2013 20:27
    Molto apprezzata.. complimenti.

4 commenti:

  • alice costa il 27/01/2010 15:14
    simpatica... questa testa finita chissà dove... in italiano sarebbe... banale!!!!!
  • Anonimo il 26/01/2010 22:47
    Piaciuta molto musicale in dialetto.
  • loretta margherita citarei il 26/01/2010 21:22
    la testa sopra la luna, piaciuta
  • Anonimo il 26/01/2010 21:10
    Non c'è niente da dire, le poesie dialettali hanno una musicalità tutta propria. Il pezzo della "capa goppa a la luna", mi ha riportato indietro negli anni all'opera dei pupi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0