accedi   |   crea nuovo account

Reinerart!

Rocamboleschi voli d'amore
dove smarrisci
il tempo frantumato
dei ricordi,
nei colorati aquiloni
di carta velina
che ti riportano agli occhi
lo stupore di un bambino.
Ora rincorri e percorri
strade sconosciute
dove l'ignoto
inghiotte il tuo viaggio,
mai iniziato, mai terminato
in una stazione irreale,
dove la morte ti aspetta
e sogna di ballare con te.
Traversate inconsuete
di mare in tempesta,
nel dolore che opprime
e annulla le speranze
naufragate in abissi di niente.
Ora lancia ciottoli di ossidiana
tra le onde crespate che muoiono
sulla spiaggia dissolta nel tempo,
in un altro tempo
velato da trasparenze,
dove attraversi le dimensioni nascoste
dell'anima!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Ruben Reversi il 29/01/2010 14:38
    grazie dolcissime. bacio ruben
  • Anonimo il 28/01/2010 23:12
    Viaggio retrospettivo denso di emozioni nel quale ripercorrere il passato ed intravedere un futuro incerto. Una frammentazione di ricordi che prelude alla vita. Stupenda.
  • francesca cuccia il 28/01/2010 21:09
    Bellissimo volo di poesia caro Ruben, un abbraccio amico.
  • Dolce Sorriso il 28/01/2010 20:54
    bella
    semplicemente bella... e tu bravo
  • Ruben Reversi il 28/01/2010 19:40
    E tu loretta sempre gentile con me... bacio Ruben
  • loretta margherita citarei il 28/01/2010 19:30
    sei bravissimo, bella poesia
  • Ruben Reversi il 28/01/2010 16:03
    grazie dolce karen. bacio ruben
  • Ruben Reversi il 28/01/2010 16:02
    grazie dolcissima karen. bacio ruben
  • Ruben Reversi il 28/01/2010 16:02
    dolce daniela centri con la tua disanima il significato della mia poesie, Reinerart mi aiuta ma vive in simbiosi
    con rube...è umano... sbalia e ama... grazie. bacio ruben
  • karen tognini il 28/01/2010 15:54
    Ma che bravo.. che sei...
    anche quest'ultima poesia
    è notevole...
    bravo
    ciao karen
  • Anonimo il 28/01/2010 15:51
    Introspezione di un uomo che parte rivedendosi da bambino e vede come in film tutta la sua vita percorsa fino ad ora..
    attraverso tempeste e mare in burrasca, dolori indelebili e mai cicatrizati... ed ora atraversandosi l'anima si ritrova in un'altra dimensione...
    mi fermo, diventerebbe un'altra storia...
    questa è la mia interpretazione, l'angoscia che si tramuta in qualche cosa che nemmeno chi scrive, secondo me, conosce... sbaglio Ruben??
  • Ruben Reversi il 28/01/2010 15:45
    Giampaolo Reinerart è il mio alter ego... mi esalta... mi consola... mi condanna... grazie ruben
  • gian paolo toschi il 28/01/2010 15:42
    Ben costruita, con immagini molto efficaci. L'ossidiana mi fa impazzire! Ma scusa, me lo spieghi il titolo?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0