username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La Dama bianca

Scorri libera

in fiume di vita

senza argini
trasporti

le trasparenze del vento
sulle caselle del tempo
nella leggiadria di Te stessa

volli con Te
il canto di una sola voce

Tu sola sai di me
e divaghi

non hai labbra
per baciare

solo mani per afferrarmi
di tanto in tanto

raccolgono
i miei occhi
quando alzi una palpebra

cadute

precipizi

tormenti

grazie d'incanti

sbriciolate orme sussurri lucenti gemme universali doni volanti lasciati nei nostalgici profumi di striati fiori in danza abbandonati

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Donato Delfin8 il 29/01/2010 18:40
    Bella Vincè
  • Amorina Rojo il 29/01/2010 15:11
    quanti ti ha dato e ti darà la dama bianca... che vita!!! sei ganzo vincenzo...
  • Anonimo il 29/01/2010 14:30
    Un arcobaleno di colori leggiadri.. dono della Dama bianca!!
  • Anna G. Mormina il 29/01/2010 14:18
    "... Tu sola sai di me, e divaghi...",... è vero, a volte nemmeno noi ci rendiamo conto o vogliamo ammettere e Lei solo sa, la nostra Anima... Splendida Vincenzo, bravo!!!!
  • Salvatore Ferranti il 29/01/2010 13:14
    sei sempre bravo... un vero maestro
  • Anonimo il 29/01/2010 12:09
    Meravigliosa, nostalgici profumi di fiori, un mare di colori, bellissima immagine
  • ANGELA VERARD0 il 29/01/2010 11:38
    un volo, un viaggio, una carezza di vento... delicatissima
  • Auro Lezzi il 29/01/2010 09:44
    Si un volo Biciè.. Ma ci vedo tanti colori...
  • karen tognini il 29/01/2010 09:36
    BELLISSIMA... MI HA LASCIATO
    IL PROFUMO DI QUEI FIORI...

    CIAO
    KAREN

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0