username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

E che cavolo

Di fronte a lei era, col sorriso taroccato
si proprio quello dell'amico fidato.
Mangiavano festanti due pizze
e lui guardava solo le sue zizze.
La mirava con l'occhio maliardo
ma lei parlava solo di quel bastardo.
E mentre la mozzarella tutta filava
lui le sue cosce di soppiatto sbirciava.
Sperava tanto nell'immediato futuro
in un sospiro dolce per il suo cazzo duro.
E mantra la sua mano sognava gli slip
con l'altra non gli restava che farsi una pip!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • viktor il 20/06/2012 23:01
    E proprio così!!!!
    Se una donna ti fai amica
    puoi scordarti la sua f...
  • www. ilpeggio. com il 20/06/2012 22:14
    incredibile, incommensurabile
  • Antonietta Mennitti il 29/01/2010 21:51
    Un po' volgaruccia Auro... Contegno amico mio!
  • Anonimo il 29/01/2010 21:28
    hahaha.. divertente!
  • loretta margherita citarei il 29/01/2010 17:43
    scherzosissima zizze al pomodor
  • Amorina Rojo il 29/01/2010 15:17
    ah ah ah ah.. m'hai fatto morì... mi son pisciata in collo... ganzo auro
  • Anonimo il 29/01/2010 14:18
    Eh Auro qualche volta succede!!! Bella e... divertente!!! Ironica e sensata...
  • Patty Portoghese il 29/01/2010 13:21
    Ahhaha, davvero sorprendente... bel colpo Au!!
  • Salvatore Ferranti il 29/01/2010 12:57
    bella poesia molto ironica... davvero
  • Donato Delfin8 il 29/01/2010 12:45

    E ke kez!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0