PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Arthur il diamante apre le porte

Mente
cuore
anima
mi vivono
già
a
Casa

per quanto spinga
in di vento
illuminato

il corpo
è fermo
da infernali stagioni
sulla soglia

dalla eterna paradisiaca porta
non passa

sarà colpa del focoso tetravalente carbonio

giorni neri

avrei dovuto darmi una base di silicio incolore
e
comprar mi per arma un libero spietato dì
amante l'oro trafficando in voluttuose armi

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anna G. Mormina il 30/01/2010 13:40
    ... e sì caro Vincenzo, mi sa tanto che questo "smog", blocchi anche le nostre Anime... bellissima!!!!
  • fabio martini il 29/01/2010 18:24
    la poesia sarebbe molto bella ma la stesura pare la lista della spesa... sinceramente la riguarderei dando ai versi una giusta cadenza e un ritmo maggiormente godibile... fm
  • loretta margherita citarei il 29/01/2010 17:58
    molto bella sottilissima ironia bravo cap
  • karen tognini il 29/01/2010 16:24
    È significativa...
    parla molto...
    vorrei.. capire di più...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0