accedi   |   crea nuovo account

Fiore Inviolato

volano in fretta, stridenti i Gabbiani mentre aprono le braccia
un orchidea!
dolce alveare che cammina sul suo fiore, limpido fiume inviolato.
Nutrito dalla tua essenza.
Un perdono s'espande tossico dall'elemosina che vive di te, libera da ogni incubo ereditato dall'anima.
Solo un attimo sconosciuto alla pioggia ristora il peccato
cuore trafitto da ogni pensiero, angoscia che nel miele s'annega.
Paralizzato dall'affetto servo che dalle tue labbra germoglia appagato.
Squilibrato desiderio che nel ventre spirale di spine s'aggrovigliano come tormenti maligni digeriti da fauci deformi urlanti nell'ombra che tutto avvolge.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 30/01/2010 22:46
    "un perdono s'espande tossico dell'elemosina che vive in te"... bellissima frase che spiega la tua poesia. Bravissimo, molto bella. ciao Salva
  • fabio martini il 30/01/2010 01:06
    scusami ma la tua poesia non e' una poesia... fm
  • sara zucchetti il 29/01/2010 23:04
    Bella poesia un intreccio di emozioni, parole e sensazioni caratterizzato dalla descrizione di belle cose

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0