accedi   |   crea nuovo account

I No dei generali

Saltavano rosse scintille
dall'attizzato focolare che
con incommensurabile calore
seppe ridare coraggio,
seppe bruciare il mortuario
respiro dei sozzi hitleriani!

Il Popolo non riusciva
a resistere senza resistere...
contro il nemico. Voleva le
armi e liberare il suo
-occupato- paese,
voleva - di mattino -
osservare fili d'erba
non calcati da germanici
scarponi, desiderava
ritornare a casa e non
scorgere un tedesco che
assaggiasse e godesse
la succulenta minestra
preparata e condita
dall'adorata moglie.

Corrotti generali temevano
che la fiorita primavera
rifiorisse scacciando il bianco
e nero -appassito - inverno.
L'esercito italiano era morto
impassibile al nascere del mese
e i "fuorvianti" della patria
rifiutavano che il popolo
si ribellasse allo straniero,
temendo- naturalmente-
l'avvento del rosso filo.

Luigi il comunista,
Riccardo l'azionista,
Sandro il socialista,
"promotori" della resistenza,
salirono le scale per
dialogare con "l'illustrissimo"
Carboni- il generale- ,
richiedevano le armi e le
armi rivolsero aspramente
i capi dei gentili "promotori".
Gli antifascisti scesero le scale
e la Resistenza urlava
- sul far del tramonto -
"Chiara alba di primo
mattino, rivorresti la tua terra
libera come isolato cammino
e il tuo sole caldo come il fuoco
del tuo camino"?

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Salvatore Mercogliano il 30/01/2010 20:14
    Fabio, è Riccardo Bauer. Comunque ti trovo molto preparato! Bravo!
  • fabio martini il 30/01/2010 19:54
    una poesia che mi ha dato spunti che non conoscevo della storia d'Italia... tu citi longo e pertini se non sbaglio e citi riccardo che non ho capito chi sia... citi il generale carboni e forse tutta la mancata difesa di roma... leggere la tua poesia mi ha dato motivo di ricerca che andro' a fare molto volentieri... grazie
  • loretta margherita citarei il 30/01/2010 17:22
    sono anche coloro che hanno scritto la costituzione, e sandro ha subito torture dai nazifascisti, bella poesia
  • Anonimo il 30/01/2010 13:38
    Bellissima la chiusura. Cinque stelle meritatissime!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0