username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

In coda

Condannati a vagare in un
incerto purgatorio

Marinai di città
con il  naso ogni tanto  all'insu'

aspiriamo al  nostro mare
cielo stupito da nubi giocose

Navigatori appesi a testa in giù
sotto  cirri franti su scogli invisibili

ma  sempre attenti a
strani occhi composti
rifrangenti, fiammeggianti
circonferenze perfette,
luccicanti.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • michele marra il 17/12/2006 08:08
    "cielo screziato di nubi " non mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0