username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un solo starnuto

Non Gengis Khan
nè il poeta Rimbaud
non l'acqua pesante
nè il filosofo pazzo

hanno nessuna colpa

non il mio ingenuo padre
nè Jessica Rabbit
non il tenero fiore del deserto
e neanche il Fantasma dell'Opera

avevano previsto

che il domani finisce
in un tramonto ambrato
prima che i nostri sogni di bambino
abbiano rubato al giorno
un solo
starnuto.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • loretta margherita citarei il 31/01/2010 17:50
    molto originale ben scritta piaciuta
  • fabio martini il 31/01/2010 17:34
    grazie della risposta... sei stato gentile...
  • vincent corbo il 31/01/2010 17:14
    Hai ragione Fabio, in effetti è una ricercatezza di paglia; volevo solo trovare un modo per celare il vero significato della poesia: è un omaggio a mio padre scomparso nel 97.
  • fabio martini il 31/01/2010 16:57
    sono indeciso tra un credito e un passar dritto... penso che il primo sia meritato... una poesia che tenta un po' di ricercatezza poi un po' si perde pero' c'e'! mi piacerebbe parlarne col poeta... appena capitera' l'occasione... fm
  • Anonimo il 31/01/2010 15:28
    Che bella. Bisognerebbe ricordare ogni giorno, che la vita è breve.
  • Amorina Rojo il 31/01/2010 15:13
    c'è dentro una vita in pochi versi... vincenzo tu si ganzo per davvero... ho sentito il mio cuoricino avvolto nel budino di vaniglia... una specie di profumata tristezza... bacino
  • karen tognini il 31/01/2010 14:27
    Bella.. profonda...
    il tamonto della vita... ambrato

    scritta con grande stile!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0