PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La tua immagine allo specchio!

Risplendi di forme velate
piccola donna mai diventata grande,
con il seno scoperto, gli occhi di mare,
a fermare inutilmente immagini di sogno
che lo specchio riflette.
Non sei più una bambola!
Il tempo ingigantisce il tuo amore,
miseramente mostra le tue rughe
di una giovinezza latente
che misura evanescenze di morte.
A cosa serve allora guardarsi allo specchio?
È meno disperante che guardarsi dentro
a scoprirvi sottili sfumature d'inganno,
l'aver perduto l'anima e l'innocenza.
Lo specchio ha la magia dell'illusione,
con artefatte luci mistifica
la crudeltà con lo splendore,
pone tra le mani un poker d'assi
ben più vantaggioso di una misera coppia.
Ricopri il tuo seno adesso
con il capo reclino sul petto
preferisci piangere a commiserarti,
a commiserare me che ho perduto il tuo amore.
Lacrime e sale, rugiada, perle,
gocce di pioggia e radici e alberi,
speranze e angoscia, tenerezza e orgoglio,
disperazione, dolore, rossore, peccato,
lo specchio rimanda alla tua anima!

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ruben Reversi il 31/01/2010 20:56
    Ti ringrazio dolce Mat dea egizia della poesia. grazie!
  • Anonimo il 31/01/2010 19:41
    Penso che non sia l'involucro che pregiudica un amore...
    triste se l'amore è solo fantasia...
  • Ruben Reversi il 31/01/2010 17:15
    Grazie dolce loretta... MA CERTO CHE
    CONTINUERO A SCRIVERE MAI
    PENSATO DI SMETTERE!
    bacio Ruben
  • Ruben Reversi il 31/01/2010 17:15
    Grazie dolce loretta... MA CERTO CHE
    CONTINUERO A SCRIVERE MAI
    PENSATO DI SMETTERE!
    bacio Ruben
  • loretta margherita citarei il 31/01/2010 17:09
    piaciuta molto bravo ruben, contnua a scrivere
  • Ruben Reversi il 31/01/2010 16:43
    Leggendo i tuoi commenti da grande critico,
    mi accorgo che dietro si cela ben poca cosa...
    i cretini del sito che mi comentano meritano rispetto
    per il resto credo che non debba perdere tempo
    a parlare con te... COME DICE UN GRANDE CRITICO
    PAROLE AL VENTO. DA QUESTO MOMENTO
    EVITA DI COMMENTARMI... CANCELLERO' I
    TUOI COMMENTI. Sai come te non sono sffatto
    curioso di leggere quello che scrivi.
    la mia poesia e' questa prendere o lasciare.
  • Ruben Reversi il 31/01/2010 16:43
    Leggendo i tuoi commenti da grande critico,
    mi accorgo che dietro si cela ben poca cosa...
    i cretini del sito che mi comentano meritano rispetto
    per il resto credo che non debba perdere tempo
    a parlare con te... COME DICE UN GRANDE CRITICO
    PAROLE AL VENTO. DA QUESTO MOMENTO
    EVITA DI COMMENTARMI... CANCELLERO' I
    TUOI COMMENTI. Sai come te non sono sffatto
    curioso di leggere quello che scrivi.
    la mia poesia e' questa prendere o lasciare.
  • fabio martini il 31/01/2010 16:29
    un paio di tette, ali di pipistrello, zampetta di gallo del mattino, due seni non guastan mai, unghia di gatto... infine due gocce di angostura... la poesia e' fatta mo' diamola a quei cretini per vedere che dicono, tanto gli va bene sempre tutto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0