accedi   |   crea nuovo account

Bambina

Tenevo un diario.
La sera con il silenzio e la fantasia scrivevo di
posti e luoghi dove popoli e idee si conoscevano e si
rispettavano pur nelle differenze.

Poi una mattina con passi veloci e mitra spianati
ci presero.
Non so dove mi trovo nè perché, so solo che si chiama
Auschwitz Birkenau.

Dietro al filo spinato con il freddo e la neve continuo
a pensare che la notte passerà.

A credere che l'uomo non è malvagio,
che l'uomo non è ferocia e brutalità.
La notte passerà.

Anche se ormai non ricordo da quanto tempo è
che non mangio più, io credo nell'uomo.
La notte passerà.

Sono come legno roso dal tempo, vecchio di secoli.
E ho solo 15 anni.

Poi una notte sono diventata silenzio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Gabriele Nocera il 04/03/2011 22:03
    "Poi una notte sono diventata silenzio"

    Sublime!!
  • claudia checchi il 28/03/2010 22:34
    bellissimaaaaa...
    claudia...
  • Rosemary C. il 21/03/2010 13:54
    Molto bella, complimenti... soprattutto per la chiusa!
  • karen tognini il 15/02/2010 11:52

    bellissima... applausi!!!
  • francesca cuccia il 11/02/2010 22:36
    Bellissime parole, bel ricordo, bella...
  • TIZIANA GAY il 11/02/2010 12:24
    bravo.. mi sembra una pagina di Anna Frank
  • Anonimo il 04/02/2010 17:34
    Racconti di vite realmente accadute... purtroppo, mai più da riscrivere!
    Bellissima
  • paola lorusso il 01/02/2010 13:50
    Sembra di leggere un pezzo di libro... invece sono purtroppo pezzi di vite..
  • Jurjevic Marina il 01/02/2010 01:41
    Cosa dire caro amico.. ecco.. sei tanto sensibile.. ed io ti applaudo per questo... Perché non accada mai più come dice Roberta
    un bacio
  • Roberta T. il 31/01/2010 22:29
    ho pianto
    complimenti per aver ricordato.. perchè non accada MAI più
  • Anonimo il 31/01/2010 21:25
    Nei giorni della memoria, forse qualche giovane leggerà qualcosa come questa tua... e non andrà tutto perso.
  • Anonimo il 31/01/2010 21:25
    Per non dimenticare mai. Perchè non deve più ricapitare una cosa del genere. Mai.
  • loretta margherita citarei il 31/01/2010 20:29
    dal diario della frank, bella piaciuta
  • fabio martini il 31/01/2010 20:09
    che dire? niente... in un modo o nell'altro hai detto gia' tutto tu...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0