PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sodoku

esistermi
è ancora diventarmi
quando fermo ogni fotogramma
e affetto ogni evento
su banconi da macellaio

sono così colorato
da sembrare sbiadito

potrei serrare gl’occhi
e usarli come ascensore
o incatenarmi
a circoli virtuosi

potrei trasferire il mio corpo
dentro il mio corpo

(avvelenarmi con la mia
stessa saliva)

diventare infelice
di essere infelice

(smettere di preparare
funerali prima della
mia morte)

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • DANIELE CREPALDI il 04/05/2007 19:04
    originale, profondo, elevato, introspettivo, metempsicotico, folgorante.
    Mi piace.
  • Carmelo Rannisi il 02/01/2007 21:22
    Sono daccordo con quello che dice Patrizia.
  • patrizia chini il 21/12/2006 20:02
    L'ho riletta, ora l'ho capita e ti faccio i miei complimenti! Molto bella, triste come piacciono a me
  • patrizia chini il 20/12/2006 00:22
    non mi è molto chiaro il legame con il sodoku

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0