username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fede

Sono sicuro che c'è qualcosa di più grande,
un mondo segreto al di là del muro di parole,
che ogni giorno costruiamo più solido e più alto.
Sono sicuro che c'è un universo di perfezione,
più infinito e stabile del nostro in espansione,
che cresce a dismisura senza sapere dove va a finire.
Non occorre fede religiosa per credere nell'immensa libertà
dell'anima,
dopo l'arresto dell'organo che ci tiene in vita,
e negli eterni godimenti, perpetui rilassamenti,
ma sempre diversi, sempre più estremi.
Nessuna divinità da contemplare,
né paradisiache visioni di libri sacri,
solo libertà di fare ciò che si vuole,
senza limiti di spazio né di tempo,
saremo noi stessi la divinità da adorare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • karen tognini il 08/02/2010 09:35
    Una grande poesia.. una fede.. dove mi vorrei appoggiare...
    bella Salva..
    un abbraccio
  • una primula il 04/02/2010 20:24
    Anch'io sono sicura che c'è qualcosa di più grande,
    come sono sicura che i tuoi versi sono veramente profondi. Ciao
  • Anonimo il 04/02/2010 19:03
    Penso sia la speranza di tutti, sono convinto che più si va avanti e più si crede a qualcosa di eterno, spero non sia solo paura la nostra!!!!... molto bella
  • Anonimo il 04/02/2010 18:12
    A me basta crederci, ma non sono sicuro che sia come pensi tu!
  • Anonimo il 04/02/2010 17:07
    sono d'accordo con fabio, riprendiamoci, ripeto, la nostra dimensione. non poniamoci sul piedistallo di Nessuno... ma forse dietro questa tua "divinazione" c'è qualcosa che non abbiamo compreso?
  • Fabio Mancini il 04/02/2010 17:02
    L'ultimo verso: "saremo noi stessi la divinità da adorare" (Da chi?) è in netta antitesi con il primo verso dell'ultima strofa: "Nessuna divinità da contemplare". Purtroppo la "fede fai da te" contiene molte contraddizioni. La fede non è un'adesione filosofica, un credo intellettuale, ma un'adesione totalizzante. L'abbandono di un credente nella resurrezione e nella vita eterna è decisamente diverso rispetto a chi è convinto della libertà onnipotente dell'anima. Personalmente non mi convertirei al laicismo, se la prospettiva fosse quella da te enunciata. Preferisco una vita eterna, accanto al mio Creatore, non come illusione personale, ma come promessa fattaci da Cristo sulla croce. Fabio.
  • Anonimo il 04/02/2010 14:56
    ridiamo la giusta dimensione a ciò che siamo e a come siamo. ciao!
  • Anonimo il 04/02/2010 12:13
    Bellissima Salvatore, anch'io credo più che sperare in questo tuo pensiero...
  • Antonietta Mennitti il 04/02/2010 11:05
    Piaciuta... Fede, speranza e carita'... tre elementi necessari per stare in pace col proprio cuore e la propria anima!
  • francesca cuccia il 04/02/2010 11:00
    Emozionante e vera, davvero molto bella complimenti amico mio.
  • Patty Portoghese il 04/02/2010 10:28
    Grande Sal... Emozioni di fede... Applausoni!!!
  • Amorina Rojo il 04/02/2010 10:24
    letta con gioia e serenità... m'ha fatto star bene... voglio andarci in quel mondo segreto... bacino
  • Anonimo il 04/02/2010 10:20
    .. mi piace Salvatore questa apertura d'ali in una espansione di liberta.. senza limiti di tempo e di spazio..
    oltre gli argini.. per una nuova speranza..
    bravo davvero..
  • loretta margherita citarei il 04/02/2010 09:50
    concordo pienamente,è positivo crederci e sperare che vi sia, piaciuta molto
  • Anonimo il 04/02/2010 09:42
    bellissima. ti rende un'immagine della morte, molto serena.
  • Vincenzo Capitanucci il 04/02/2010 09:14
    una grande espansione di coscienza... in un divino noi...

    Bellissima Salva...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0