accedi   |   crea nuovo account

CON LA ZINGARA

Con la zingara,
quella che vende un fiore
preso in prestito
ad ogni funerale:
l’amore l’ho fatto
e stanotte la rivedo ancora.
Naufraga il mio nome
nell’abisso nei ricordi di nessuno
e da nessuno lo sento pronunciare.
Nuda, la zingara, anche di menzogne
mi scruta per l’insoluta soluzione …..
Incollarsi due ali di cartone
e fare un salto da questo precipizio.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • patrizia chini il 21/12/2006 15:09
    I poeti si sa scrivono anche per gli altri e la tua è una poesia che sento molto mia
    Però ti dico è meglio
    lasciar stare... la vita è bella e te lo dice una che combatte con una malattia "degenerativa"
  • Enrico Boncompagni il 20/12/2006 13:24
    Mi piacciono molto i due ultimi versi; con la semplicità dei sogni affrontiamo le più dure avversità e voliamo sempre.
    Un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0