accedi   |   crea nuovo account

Il bacio di Giuda

Narrano le Scritture
di un bacio traditore
quello che Giuda diede a Gesù
nell'Orto degli Ulivi.

Nel mondo sempre c'è
chi bacia a tradimento
per invidia, ostilità
per ferire il tuo cuore.

Le ferite dell'anima
presto svaniranno,
rifiorirà il sorriso
rinascerà la speranza.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Dino Borcas il 28/04/2010 08:30
    per Giuseppe Berto, nel libro "La gloria", Giuda compie con il tradimento un ultimo dovere d'amore, pagando con la dannazione un atto per cui era stato predestinato dalle Scritture.
    "Nella nostra vicenda, dove tutti i manichei di tutti i tempi hanno trovato conforto, Tu sei la luce e io sono la tenebra: abbiamo confortato innumerevoli crudeltà e ingiustizie. Non è possibile che la tenebra sia soltanto tenebra - né forse la luce soltanto luce - ma siccome gli uomini sembra non possano fare a meno di crudeltà e ingiustizie, io continuo ad essere la tenebra: colui che tradì, che lo consegnò ai suoi nemici, intorno al quale non si sprecano molte parole."
  • Dino Borcas il 14/04/2010 01:41
    qualcuno doveva fare Giuda ed a lui è toccato...
    forse ha vissuto un tormento simile a quello di Gesù nell'orto degli Ulivi...
    c'è qualcosa di nobile a volte nei personaggi più disgraziati,
    e qualche scrittore lo ha sottolineato...
  • Ugo Mastrogiovanni il 07/02/2010 17:07
    Nonostante la serietà della trattazione, meraviglia la serenità dell'autore che giustamente la dimostra anche in versi.
  • antonio castaldo il 05/02/2010 21:51
    e certi baci... troppo spesso fanno la storia ( anche se chiudi in positivo )
    piaciuta!
  • Cinzia Gargiulo il 05/02/2010 15:53
    Purtroppo Giuda è solo il traditore più famoso, ma ahimè quanti ce ne sono al mondo!
    Bella pesia.
    Ciao...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0