PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Cavaliere, le sue manie, la trappola. Atto unico

Carmè, muovete,
vutt'e mmane.
Eeeeehhhhh!
Aspè, me stò spiccianno!
A che ora arriva?
All'una.
Ma all'unnic'hamma stà fore a Marina
si ce vulimme mettere in prima fila.
Rusenella è pronta?
Se stà vestenno!
Dalle nà voce.
Maronna mia,
chella figlia mia è nà croce.
Jà, jamme bell,
jamm'a ffà chest'ata tarantella.
Giuà, che dici,
se ferma o Cavaliere?
Se ferma, se ferma,
l'autista è n'amico mio,
conosce tutte le Sue manie di grandezza,
e quann'arriva a rotonda Diaz,
ferm'a machina, se mette sull'attenti,
e ann'anz'a tutt'a gente
jà vedè si nun scenne o Presidente.
E miezz'a folla
ceca proprio a nnuie?
Nun te preocupà, è tutt'a posto,
a scorta o porta proprio a parte nostra;
e quanno vede a Rusenella apparicchiata
ca minigonna e a cammesella scullata,
le ven'a scumma m'bocca.
Pò, ce penza o cumpagno mio:
le dà o nummero dò cellulare,
l'indirizzo dà via,
e tra duie, tre juorne stamm'a cavallo.
Al Cavaliere,
quanno se scatenano gli ormoni,
a Rusenella nostra
a fa addeventà, comme minimo,
nà diva da televisione.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 05/02/2010 22:44
    Piaciuta, la trovo carina.
  • loretta margherita citarei il 05/02/2010 20:52
    se è il cavaliere che penso io più che una farsa è una ttragedia. piaciuta ciao amico caro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0