PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Puzzete sotto le coperte

Silenziosa la notte e dolce il mio vegliare,
l'occhio mio socchiuso ammira, sul davanzale,
ombre pallide che danzano, foglie mosse dal vento
in una limpida notte schiava della luna, senza tempo.

D'improvviso un frastuono!!!, dalla veglia al vigilare
In un baleno, l'occhio mio che prima era sornione
Ora è spalancato!!!..."che mai sarà stato?"
Non v'è ragion d'un temporale in un cielo cosi stellato!

Un dubbio poi mi assale nel veder le lenzuola svolazzare,
lei, le muove con innocente indifferenza, le fa ondeggiare
come un onda in mezzo al mare, poi la tosse, un colpo solo,
ben assestato, artificiale... ed il dubbio sempre più s'impossessa
del mio pensare.

Stupore dopo poco nel riudire stesso rumore
Peggio ancora al seguir d'esso la stessa tosse,
finta, irreale... che ci sarà da depistare?
A tal domanda in poco giunge risposta, muta,
silenziosa direi gassosa...

sotto quelle lenzuola mosse, tra il di lei
movimento e la sua tosse, piano e lenta sale,
quasi la sento rovistare per poi piano uscire..
Non v'è più dubbio ormai di cosa fosse il rumore
Ed il perché delle sue mosse.

Quel rumore non ha più segreti, la sua fragranza
Non lasci dubbi, lei a camuffarla ci ha provato
Ma la domanda sorge ormai spontanea...

" Amore hai scoreggiato? "

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Er Pezza il 12/02/2010 18:18
    é si, Dune mosse, questo è proprio il mio intento, cercare di dimostrare che non solo amore, tristezza e sofferenza sono percussori di scritture poetiche ... e sinceramente vedere le persone ridere, o semplicemente pensare che lo possano fare rallegra anche me...
  • Anonimo il 12/02/2010 09:49
    Oddio se mi hai fatto ridere. Troppo simpatica. È proprio vero che ogni cosa e' poesia...
  • Er Pezza il 06/02/2010 12:59
    Paola, ogni parere è bene accetto peò sai che frase sarebbe uscita se invece di "col" mettevi "sul", tropppppo forte

    Simone, vedo che sei un buongustaio ti piacciono le poesie di spessore. Suvvia siam mica razzisti, perché poetiche scritture su amore, ricordi, su chi con la memoria viaggia e non su una tenera scoreggia?
  • Simone Scienza il 05/02/2010 23:57
    beh, la scoreggia è ospite fissa del water... direi sua prima cugina.
    Quindi vuoi per lo stile di questa, vuoi per l'indiscutibile legame scoreggia-water... BRAVO, DAVVERO SPASSOSA... pardon, GASSOSA!
  • Paola B. R. il 05/02/2010 23:26
    Non me ne volere... ma ti eri spremuto meglio col Water...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0