PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come naufraga

Come naufraga su un mare
di sogni, sento che il mio
cuore sta andando via,

gettando i ricordi.

Mi sento una naufraga che si
ritrova su un battello scosso
dalle onde,

vagando senza mete e senza
timone.

Non so dove andare,
ma cerco da tempo un'isola
felice,

immaginata,
per un viaggio senza ritorno.

A volte mi domando, dove possano
volare quei gabbiani,
per cercare i loro nidi e dove
trovino la pace,

spazzando via con le loro ali
il mio dolore di naufraga.

Vorrei tanto volare via con
loro; mentre nell'ascoltare
il loro muto canto d'amore,

io ascolterò il mio,
con gli occhi

dell'anima!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giovanni Cuppari il 07/02/2010 19:47
    Quante volte anch'io mi son sentito un naufrago in questo mare di solitudine col cuore spezzato, in balia del tempo che mi porta di quì e di là senza una meta precisa. Ma ascoltando il mio canto con la voce dell'anima ho recuperato me stesso nei brandelli del Tempo che spesso uccide ricordi e pensieri se rimaniamo inermi a fargi sommergere. Bella la chiusa Antonietta. Hai saputo rendere con le tue parole quello che anche noi poeti ci portiamo dentro in un angolo della nostra anima. Un abbraccio. Gio'
  • Cristina Biagini il 07/02/2010 15:28
    La tua isola felice è già alle porte, è dentro te. Bellissima poesia, brava.
  • Auro Lezzi il 07/02/2010 13:20
    Me sa che verrò a prenderti in Daunia con una bella zattera...
  • pasquale radatti il 07/02/2010 11:19
    In questo mondo vorticoso sembra che ognuno si perda nella strada. Molto bella
  • fabio martini il 07/02/2010 10:52
    poesia legittima e introspettiva che come poesia non e' gran che ma come concetti e' sintomo di una profonda condizione negativa... che dire? speriamo bene... ciao. fm
  • loretta margherita citarei il 07/02/2010 10:47
    triste poesia, melanconica, piaciuta molto brava
  • karen tognini il 07/02/2010 10:33
    La tua isola.. presto.. la troverai!!!!

    un abbraccio
  • francesca cuccia il 07/02/2010 09:33
    Prima o poi un naufrago trova la sua pace,
    non si arrende mai
    per trovare quella luce che,
    la sua anima fa splendere.
    Bellissima cara Antonietta, amica mia si forte
    la felicità è per tutti prima o poi arriva un cado abbraccio.
  • Amorina Rojo il 07/02/2010 07:43
    antonietta... molto triste e diversa dalle altre tue poesie... belle le immagini e le metafore... piaciuta... bacino
  • Anonimo il 07/02/2010 03:39
    Ti rammento che i gabbiani seguono gli uomini e così ti auguro di trovare un porto sicuro fra le braccia di chi ti sappia amare

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0