PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La schiavitù può essere libertà

Assottigliandomi nel dire
mi abbandono in essere

nell'ascoltarti attentamente
dimentico ogni mio volere

la tua voce per me è fonte
di musica celeste
sfera
di ogni sapere

la mia succube schiavitù interagisce nella luce dei tuoi occhi
spezzando le catene

bevendoti
in un dono d'amore

scorro lacrimando dialettiche perle

tracciando un fervido bacio
sulle tue dolci succulenti labbra

succhio Ente

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anna G. Mormina il 08/02/2010 15:48
    ... schiavo d'Amore?..., libero per l'eternità... grandiosa!!!!
  • Giovanni Cuppari il 08/02/2010 00:02
    Vengo ogni tanto a visitarti ed è un piacere sempre leggerti. Bravo Vincenzo. Gio'
  • Dolce Sorriso il 07/02/2010 22:14
    piaciuta
    bravo Vince
  • vasily biserov il 07/02/2010 14:44
    che belle parole... scorro lacrimando dialettiche perle...
    bella poesia d'amore!!
  • Donato Delfin8 il 07/02/2010 12:09
    Bella Vincè.
  • karen tognini il 07/02/2010 11:43
    Unico.. Vincenzo...
    bevendoti.. in un dono d'amore!!!!
    meravigliosa...
  • fabio martini il 07/02/2010 11:40
    skranshhhh... acc... scusami, mi sono cadute le penne... torno subito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0